‘Il regno animale’, il primo romanzo di Francesco Bianconi

image_pdfimage_print

francesco bianconi
TITOLO: Il regno animale
AUTORE: Francesco Bianconi
PAGINE: 264
CASA EDITRICE: Mondadori
PREZZO: 17,50 €

Francesco Bianconi, dopo aver dimostrato il suo talento come paroliere per i quattro dischi targati Baustelle e con canzoni per Anna Oxa, Paola Turci, Irene Grandi e Noemi (per non parlare della splendida Il corvo Joe scritta per Celentano ma poi finita nel disco La malavita), intraprende la carriera di scrittore pubblicando con Mondadori il suo primo romanzo: Il regno animale.

In uscita oggi in tutte le librerie, il romanzo sarà presto presentato anche a Torino: il 5 maggio Bianconi sarà alla Fnac di via Roma, mentre la settimana prossima, domenica 15 maggio, l’autore parteciperà ad un incontro al Salone del Libro.

LA TRAMA

A Milano piove di una pioggia ininterrotta. I ragazzini spacciano la coca a Quarto Oggiaro e i ricchi la fumano nelle feste in casa, sciolta in forma di free-base. Barboni e tossici brancolano come zombie, e negli aperitivi alla moda qualsiasi cosa è “carina” e “interessante”. Alberto è arrivato dalla provincia attirato da un’inserzione che promette un lavoro. Vorrebbe scrivere, o almeno fare una vita avventurosa da giornalista. Sogna un futuro e ha problemi di erezione. Esce con Susi, bella e magra come la bassista di una band inglese, il corpo pieno di piccoli tagli. Carlo invece è rimasto in paese: da bambino con Alberto pescava le rane, coraggioso come un eroe, adesso è ingrassato e passa le giornate al bancone del bar ubriaco di Fernet. Alberto scopre il mondo, e gli fa piuttosto schifo. Tutto gli sembra irrimediabilmente contaminato, corrotto: il lavoro, la musica, il sesso. A volte si sente invadere da un’ondata di tristezza stranamente accogliente. Lo terrorizza, su tutte, un’idea: “Ho paura di morire e avere vissuto senza essere servito a nessuno. Certe volte immagino il mondo che osserva il mio corpo senza vita: lo osserva un secondo, poi guarda l’orologio e tira avanti”. Questa è la storia di un ragazzo, di una generazione, di un trancio di società occidentale.

L’AUTORE

Il primo romanzo di Francesco Bianconi è una sorpresa e una conferma. Il leader dei Baustelle, acclamato poeta della canzone, esordisce con un’opera potente e originale, un inno al nostro tempo. Non ha paura di insozzarsi le mani con quanto di meno nobile, di più animale, si muove nelle viscere di questa società, e del suo animo. Ecco perché questo romanzo, poetico e sociale, riesce a essere anche così spietatamente emozionante.

(Fonte: Mondadori)

Per informazioni:

Francescobianconi.it
Facebook – Avvertenza dell’autore e primo capitolo

Anna Esposito

Partenopea, agnostica, grafomane appassionata di politica e di buon vino. Non correggo il caffè. Direttore editoriale di Itali@Magazine.

One Comment

  1. simone
    7 maggio 2011

    un libro bellissimo,si legge tutto d’un fiato ma ti lascia riflettere molto.Lo consiglio a chi ha voglia di riflettere un pò sulla nostra società……….malata!

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *