David di Donatello 2011: trionfa Martone, omaggio a Scola

image_pdfimage_print

Sono stati assegnatigli Oscar italiani del cinema, si è da poco conclusa l’edizione 2011Martone dei David di Donatello con la cerimonia di consegna dei prestigiosi premi. Ettore Scola, che ha compiuto 80 anni, è stato festeggiato venerdì scorso ricevendo il David di Donatello “speciale”. Oggi invece la Casa del cinema di Roma gli dedicherà una giornata con le proiezioni di La famiglia (1987), il cortometraggio 43-97 (1997) e Io la conoscevo bene di Antonio Pietrangeli (Italia, 1965), per il quale Scola ha collaborato alla stesura dello script.

Il film “Noi credevamo” di Mario Martone, viene consacrato miglio film conquistando altri sei premi. La pellicola sul risorgimento italiano ha vinto anche per la migliore sceneggiatura, il miglior direttore della fotografia, il miglior scenografo, il miglior truccatore, miglior costumista, miglior acconciatore.

A risaltare in questa edizione 2011 l’attore comico Checco Zalone, indiscusso trionfatore per gli incassi da record al botteghino, ma è stato “Benvenuti al sud” ad aggiudicassi un David, quello a Valentina Lodovini come miglior attrice non protagonista; Paola Cortellesi è stata premiata come miglior attrice protagonista per “Nessuno mi può giudicare“, mentre Elio Germano è il miglior attore protagonista per il film drammatico “La nostra vita“, che porta a casa anche i David per il miglior regista (Daniele Lucchetti) ed il miglior fonico in presa diretta (Bruno Pupparo); a Giuseppe Battiston il premio come miglior attore non protagonista in “La Passione“.

Il film di esordio alla regia di Rocco Papaleo, “Basilicata coast to coast“, vince tre David: miglior regista esordiente, miglior musicista (Rita Marcotulli), miglior canzone originale (‘Mentre dormi’ di Max Gazzè); infine “Venti Sigarette” di Aureliano Amadei ha ottenuto il David per il miglior produttore (Tilde Corsi, Gianni Romoli e Claudio Bonivento), quello per il miglior montatore (Alessio Doglione), per i miglior effetti speciali visivi (Rebel Alliance).

Anna Esposito

Partenopea, agnostica, grafomane appassionata di politica e di buon vino. Non correggo il caffè. Direttore editoriale di Itali@Magazine.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *