Moda Estate 2011: voglia di colore

image_pdfimage_print

di Maria Rosaria De Simoneestate moda

Finalmente la primavera riveste di un verde brillante e di un manto di fiori dai mille colori  città e  campagne. E il desiderio di rinnovarsi dentro e fuori, accompagna i pomeriggi di shopping, alla ricerca di qualcosa che rispecchi il cambiamento. le vetrine di ogni città sono ormai un invito ad entrare nei negozi e farsi prendere dalle novità che mai finiscono di stupire. Soprattutto la moda italiana, non solo nelle grandi firme, ma anche nelle produzioni più abbordabili dal punto di vista economico, sempre si rinnova e sempre dimostra di saper condurre ad alto livello l’estro e la genialità sartoriale. Mai nulla è uguale all’anno precedente.

La moda segue con occhio attento l’evoluzione, anche quella del pensiero. E quest’anno gli ideatori della moda ci presentano delle collezioni in cui il colore è padrone assoluto della scena. In un momento in cui è assolutamente necessario rimboccarsi le maniche per permettere all’Italia di uscire dalla crisi economica che la vede da tempo soggiogata, il colore incarna il desiderio di combattere e lottare con decisione.  Da molto tempo questo non accadeva. I colori, forti e decisi, vengono declinati su giacche, gonne, vestiti svolazzanti, seguendo figure geometriche o meravigliosi motivi floreali. L’arancio, il viola, il verde, il fucsia, il rosso, l’azzurro vengono utilizzati nelle tonalità più forti, e vengono miscelati tra loro in un gioco cromatico assolutamente incredibile.

E questi colori rivestono non solo gli abitini ed i costumi, ma anche i tailleur dai tagli più rigorosi, creando un contrasto davvero notevole. Ed anche gli accessori, a partire dalle borse e dai sandali, sottolineano questo arcobaleno di colori. Certo non è facile abbandonarsi a questa esplosione di colore. Le vetrine son belle, ma chissà se tutti sono in grado di osare così tanto.

Comunque, per coloro che come me amano i colori neutri, le delicatezze delle stoffe ed i mix tono su tono, per fortuna non mancano le collezioni create ad hoc. Esistono languidi e maliziosi abitini che vedono protagonisti il bianco, il crema il panna, colore grezzo su pizzo e sangallo. Abiti lunghi fino alle caviglie o cortissimi, con tessuti impalpabili e leggeri, soffici come una nuvola in cui potersi avvolgere. Questi abiti sono molto sensuali ed esprimono grande femminilità, che si volge indietro nel tempo. Gli stessi sandali saranno abbinati agli abiti e rivestiti in pizzo o stoffe delicate.

Per chi non si ritrovasse in nessuna delle due espressioni della moda di quest’anno, esiste comunque l’immancabile soluzione del jeans, leggero e abbinato ad accessori colorati. Voglia di sole dunque, ma anche voglia di colore e cambiamento. E se i negozi delle nostre città son davvero cari per le nostre tasche, converrà farsi comunque un bel giro per ammirare l’estro italiano e poi rivolgersi verso i mercatini rionali, che ben comprendono le tendenze della moda e che offrono di certo prezzi più abbordabili. E perché no, anche la soddisfazione di fare qualche affare e qualche buon acquisto.

Anna Esposito

Partenopea, agnostica, grafomane appassionata di politica e di buon vino. Non correggo il caffè. Direttore editoriale di Itali@Magazine.

One Comment

  1. letizia
    12 maggio 2011

    abiti e abiti, ma ciò che ti da un abitino normale e semplice, niente te lo da, perciò io preferisco essere semplice, solo che non si trovano tanto facile vestitini carini per persone della mia età, voglio farne presente

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *