Anna Politkovskaya: arrestato il presunto assassino

image_pdfimage_print

Si chiama Rustam  Makhmudov, il presunto assassino di Anna  Politkovskaya, la giornalista scomoda per i suoi reportage sulla repressione cecena. L’arresto dell’uomo è avvenuto la scorsa notte, mentre si trovava a casa con dei  parenti, in Cecenia.  A renderlo noto l’avvocato della giornalista, Saidakhmet Arsamerzayev”Stiamo aspettando che venga portato a Mosca”, avrebbe aggiunto. Sono altre quattro le persone indagate: Sergei Khadzhikurbanov, Dzhabrail e Ibragim Makhmudov e l’ufficiale dei servizi segreti Pavel  Ryaguzov, erano state incriminate per l’omicidio della  giornalista ma il killer era rimasto finora in liberta’.

Il 7 ottobre 2006, Anna Politkovskaya mentre si trovava nell’ascensore del suo palazzo è stata raggiunta da quattro colpi di arma da fuoco, uno dei quali ha raggiunto la testa. La polizia rinverrà la pistola Makarov PM e i quattro bossoli accanto al cadavere. Fin da subito è stato chiaro che si trattasse di un omicio premeditato ed operato da un killer. Fu successivamente sequestrato tutto il materiale d’inchiesta al quale la giornalista stava lavorando, stando a quanto dichiarato dal suo editore Dmitry Muratov si trattava di un articolo sulle torture commesse dalle forze di sicurezza cecene legate al Primo Ministro Ramsan Kadyrov.  Fu aperto nel 2008 il processo contro i sospettati Dzhabrail e Ibragim, fratelli di Rustam, per la partecipazione nell’omicidio,  Sergei Khadzhikurbanov fu invece accusato di aver procurato l’arma e Rustam Makhmudov, accusato di essere stato l’esecutore materiale.

La mancanza di prove aveva lasciato cadere le accuse sui sospettati, conducendo il processo in un vicolo cieco. Il caso Politkovskaya è stato riaperto nel 2010, sebbene la notizia dell’arresto di Rustam parrebbe riaccendere una speranza, non è difficile intuire che sarà ancor più difficile risalire al vero mandante dell’omicidio, ancora oggi sconosciuto.

Anna Esposito

Partenopea, agnostica, grafomane appassionata di politica e di buon vino. Non correggo il caffè. Direttore editoriale di Itali@Magazine.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *