Sanit: La prevenzione del disagio e del suicidio in adolescenza

image_pdfimage_print

di Federica Ricci

Domani 15 giugno, ore 14.30 si terrà presso il Palazzo dei Congressi Roma Eur,  il  convegno: La prevenzione del suicidio nel ciclo di vita. L’adolescenza fascia di età a rischio. Strategie di prevenzione: Teen Screen Program. Ad introdurre l’evento sarà l’on. Patrizia Prestipino, Assessore alle politiche giovanili e al turismo della Prov. Di Roma e Andrea Costanzo, presidente Sedam, i quali si sono fatti promotori sul territorio del Centro di prevenzione del suicidio diretto dal prof. Girardi e coordinato dal prof. Pompili.

Il convegno sarà presieduto da docenti di fama nazionale e internazionale sulle problematiche inerenti il suicidio tra cui: il prof. Maurizio Pompili, medico psichiatra e suicidologo, Ricercatore presso la Facoltà di Medicina e Psicologia,  U.O.C. di Psichiatria, Ospedale Sant’Andrea, Sapienza Università  di Roma, il prof. Giovanni Arcudi, professore ordinario, Dipartimento di Sanità Pubblica e Biologia Cellulare,  il prof. Paolo Girardi, Ordinario di Psichiatria, Facoltà di Medicina e Psicologia,  U.O.C. di Psichiatria, Ospedale Sant’Andrea, Sapienza Università  di Roma, il prof. Alberto Siracusano,  Ordinario di Psichiatria Facoltà di Medicina e Chirurgia, dell’ Università degli Studi di Roma Tor Vergata,  il prof. Mario Amore, professore associato, Dipartimento di Psichiatria, Università di Parma, e il prof. Stefano Ferracuti, professore associato, Facoltà di Medicina e Psicologia,  U.O.C. di Psichiatria, Ospedale Sant’Andrea, Sapienza Università  di Roma.

L’evento organizzato in collaborazione con il Dipartimento di Sanità Pubblica e Biologia Cellulare,  Università degli Studi di Roma “Tor Vergata” e con la U.O.C. di Psichiatria, Ospedale Sant’Andrea, Facoltà di Medicina e Psicologia,  Sapienza Università  di Roma, si propone di dotare medici di famiglia, psichiatri, psicologi, infermieri, assistenti sociali e personale sanitario delle carceri, insegnati,  delle informazioni necessarie per individuare tempestivamente gli elementi che potrebbero predisporre al suicidio. Gli ultimi episodi di cronaca nel nostro paese dimostrano come questo fenomeno stia diventando sempre più rilevante. Attualmente in Italia esistono ancora pochi studi che evidenziano l’esistenza di questo problema nella popolazione generale. Ancora meno sono i programmi di prevenzione per arginare il suicido soprattutto tra i giovani. Presenteremo in tale occasione il Teen Screen Program, uno  strumento utile per la prevenzione del disagio e del suicido in adolescenza, volto non solo a individuare i casi di suicidio in questa delicata fase evolutiva ma capace di prevenire la strutturazione di patologie psichiatriche e il rischio di suicidio in età adulta.

Il Teen Screen Program sviluppato nel Dipartimento di Psichiatria dell’Infanzia e dell’Adolescenza, presso l’Istituto di Psichiatrico della Columbia University di New York, in Italia è stato tradotto dalla dr.ssa F. Ricci, nel Dipartimento di Sanità Pubblica e Biologia Cellulare,  Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”. Il programma di screening-TSP è stato patrocinato dal Ministero della Gioventù.

Redazione

Redazione

Tutto si integra nell’eterno ritorno: ciò lo sanno gli umoristi, i santi e gli innocenti. -Pier Paolo Pasolini

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *