Il Teatro Valle di Roma sarà valorizzato come bene culturale

image_pdfimage_print

La Giunta Capitolina, presieduta dal sindaco Alemanno, ha approvato oggi, su proposta dell’assessore alle Politiche Culturali e Centro Storico, Dino Gasperini, la delibera che prevede il passaggio del Teatro Valle dal Ministero ai Beni Culturali a Roma Capitale attraverso un protocollo d’intesa, parte integrante della delibera, a partire dal primo luglio 2011.
La stessa delibera affida la gestione, per la stagione 2011/2012, al Teatro di Roma nelle more dell’espletamento del bando previsto dalla legge.
«Grazie a questa delibera e al protocollo d’intesa – spiega l’assessore Gasperini – il Valle continuerà la sua attività prestigiosa senza neanche un giorno di chiusura. Il teatro rimane pubblico e il bando verrà redatto con ampia partecipazione. Chiedo ai protagonisti dello spettacolo e della cultura, che si stanno interessando al Valle, di partecipare alla specifica commissione che istituirò immediatamente».
«Ho chiesto – prosegue l’Assessore – al Presidente del Teatro di Roma, Franco Scaglia, di coinvolgere nella programmazione della prossima stagione le eccellenze culturali della città, sviluppando una sinergia con il teatro dell’Opera, con l’Accademia di Danza, con RomaEuropa Festival e con tutti gli altri protagonisti della scena culturale romana, confermando il Valle come luogo di progettazione artistica, capace di coniugare tradizione e sperimentazione. Il teatro sarà valorizzata come bene culturale di assoluto rilievo nell’ambito del patrimonio storico-architettonico che appartiene alla Città di Roma, cogliendo anche quei fermenti artistici che esprimono linguaggi propri della contemporaneità al pari dei grandi centri europei e mantenendo altissimo il livello della programmazione».
«Ringrazio il Ministero ai Beni Culturali – conclude Gasperini – per il supporto fattivo che ci ha consentito di arrivare alla definizione di un traguardo così importante».

Redazione

Redazione

Tutto si integra nell’eterno ritorno: ciò lo sanno gli umoristi, i santi e gli innocenti. -Pier Paolo Pasolini

One Comment

  1. andrea
    16 giugno 2011

    Dov’è possibile trovare il testo di questa delibera? grazie

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *