La Fonderia al festival MusicaEstate di Roma

image_pdfimage_print

La Fonderia si esibirà il 29 luglio alle 22 all’interno del festival MusicaEstate, proponendo un repertorio basato sui suoi tre dischi.
L’ultimo album My Grandmother’s Space Suit è stato registrato in Inghilterra con il produttore Marco Migliari nei Real World Studios di Peter Gabriel. Pubblicato nell’estate 2010, il disco ha ottenuto un’accoglienza entusiasta da parte della stampa specializzata in Italia, Francia, Olanda, mentre il videoclip del singolo Loaded Gun è stato premiato al PVI – Premio Videoclip Italiano e al Festival Roma Videoclip.

La Fonderia ha all’attivo i dischi “Fonderia” (Biz/BTF 2002), “re>>enter” (VMS/BTF 2006), e il nuovo lavoro “My Grandmother’s Space Suit”, registrato nei Real World Studios (UK). In passato la band ha realizzato colonne sonore per teatro, televisione e cinema muto. Il suono del gruppo spazia dal rock all’elettronica, dalla psichedelia al jazz-funk. I primi due dischi della Fonderia hanno ricevuto diversi premi (Premio Darwin 2004, Premio Toast/MEI 2006) e un’ottima accoglienza su radio e riviste italiane e internazionali, che si affiancano ai riconoscimenti ricevuti per la rimusicazione di film muti (Strade del Cinema 2003, Rimusicazioni 2001). Il gruppo ha collaborato con Mauro Pagani (PFM), Rodolfo Maltese (Banco del Mutuo Soccorso), Gabriele Salvatores, Pap Yeri Samb (Orchestra di Piazza Vittorio), Barbara Eramo, Emmanuel Louis (Funk Sinatra). La Fonderia è costantemente impegnata nell’attività live che ha toccato festival come Arezzo Wave, Villa Celimontana Jazz, Lecco Art Lab, Strade del Cinema, spingendosi in Belgio, Lussemburgo e Inghilterra.

Formazione:
Emanuele Bultrini – chitarra elettrica, live electronics
Federico Nespola – batteria
Luca Pietropaoli – tromba, live electronics
Stefano Vicarelli – piano, Minimoog, Rhodes, synth
Paolo Pecorelli – basso elettrico

www.fonderiamusic.com
www.myspace.com/fonderia

Redazione

Redazione

Tutto si integra nell’eterno ritorno: ciò lo sanno gli umoristi, i santi e gli innocenti. -Pier Paolo Pasolini

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *