Angelina Jolie: grazie dei premi, ma io scappo nel Sahara

image_pdfimage_print

di Madison Fox

Angelina Jolie e Brad Pitt sono stati ospiti del 17esimo “Sarajevo Film Festival” al Teatro Nazionale di Sarajevo in Bosnia lo scorso 30 luglio. Angelina, che indossava un abito a tunica di Elle Saab, gioielli Tiffany & Co. e borsina clutch di Jimmy Choo, ha ricevuto il premio “Cuore Onorario di Sarajevo”. “Sono stata molto fortunata a poter vivere in prima persona il calore e l’ospitalità di voi tutti ma anche il vostro straordinario talento. Nella mia carriera non ho mai lavorato con artisti così disciplinati e bravi come ho avuto l’occasione di fare lo scorso anno” ha detto riferendosi alla riprese del film che ha visto il suo debutto come regista, “In the land of blood and honey”, in uscita negli USA il 23 dicembre 2011.
La bella Angelina era accompagnata da uno sfolgorante Brad Pitt (47 anni; l’attore sta girando le ultime scene di “World War Z”, film horror con tanto di zombie), come al solito molto premuroso e protettivo nei suoi confronti. E pensare che la bella attrice ha in mente di “mollarlo” per coronare un suo nuovo sogno: attraversare il deserto del Sahara.
In una intervista al “Financial Times”, la 36enne Jolie infatti ha confessato: “Ci vogliono 28 giorni e si percorre la pista a dorso di cammello. Mi chiedo se sia possibile farla a tappe, così da poter lasciare i bambini in alloggi lungo il percorso…”. I bimbi in questione sono sei: i tre  adottati Maddox, Pax e Zahara, e i tre biologici,  Shiloh, Knox e Vivienne. Di sicuro impazienti di vedere la loro mamma alle prese con un’avventura degna di Lara Croft, la temeraria eroina dei videogames che la Jolie impersonò per il cinema e che le portò tanta fama internazionale.

Photos: AFP/Getty Images
Fonte: http://justjared.buzznet.com/

Redazione

Redazione

Tutto si integra nell’eterno ritorno: ciò lo sanno gli umoristi, i santi e gli innocenti. -Pier Paolo Pasolini

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *