Liguria: sfrattata la statua di Totò

image_pdfimage_print

Ha suscitato subito polemiche la decisione del sindaco di Alassio, Roberto Avogadro, di far rimuovere la statua di Antonio De Curtis, in arte Totò, dai giardini di piazza Stalla, che due anni fa erano stati intitolati proprio al grande comico napoletano, alla presenza della figlia Liliana e della nipote Diana. La giunta della nota località balneare ha infatti deciso di dedicare i giardini ad un alassino doc, il conte Luigi Morteo. Per giustificare la scelta, il primo cittadino ha affermato che la città di Alassio non ha alcun legame con l’indimenticato “principe della risata” ma questa spiegazione non ha placato le critiche nei confronti della nuova amministrazione. Anche l’assessore al turismo della Regione Liguria, Angelo Berlangieri, si è detto molto dispiaciuto per “una notizia che -ha sottolineato- non aiuta di certo a promuovere la Liguria, la sua anima culturale mediterranea al centro di tanti appuntamenti culturali estivi e il suo amore per il cinema. Non vorrei che a livello nazionale, ma anche all’estero, data la celebrità del personaggio -ha aggiunto Berlangieri- passasse l’immagine di una Liguria che infila la statua di un grandissimo  attore come Totò in un sacco e la mette in un sottoscala”. L’augurio dell’assessore ligure è “che  la scultura creata dall’artista albenganese Flavio Furlani non resti in un magazzino”. (TMNews)

Anna Esposito

Partenopea, agnostica, grafomane appassionata di politica e di buon vino. Non correggo il caffè. Direttore editoriale di Itali@Magazine.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *