Il menù degli onorevoli

image_pdfimage_print

Il pranzo alla buvette a 1,50 euro? ”Poverini. Hanno troppe spese, almeno su questo possono risparmiare, su”.  Il popolo di Facebook ironizza sui prezzi del menù offerto al Senato, una realtà svelata dal deputato dell’Idv Carlo Monai. Ma c’è anche chi si indigna: ”facciamo sentire il nostro disgusto contro l’ultima ‘vergogna’ messa a segno dalla ‘casta’ di Palazzo Madama: il pranzo alla buvette dei senatori costa 1 euro e 50”. E c’è anche chi commenta: ”semplicemente disgustoso…..Ma quanto rimborsa poi lo Stato per ogni pranzo alla società che gestisce la buvette per ogni pranzo?”. Tra gli utenti del social network si registra un misto tra sarcasmo ed incredulità. Non manca chi si dice semplicemente ”senza parole”. Altri navigatori stilano l’elenco dei prezzi: ”Pasta al ragù, 1 euro e 50; roast beef, 2 euro; birra, 1,60; caffè, 42 centesimi; pasticcino, 0,46; aperitivo o ammazzacaffè, 0,93. E poi ancora, spremuta, 92 centesimi; panino col prosciutto, 1,17; tramezzino, 96 centesimi; cappuccino, 58; tè con fette biscottate, 84 centesimi. Mensa dei poveri? Trattoria popolare di un bassofondo urbano? No, buvette del Senato”, viene spiegato.

Anna Esposito

Partenopea, agnostica, grafomane appassionata di politica e di buon vino. Non correggo il caffè. Direttore editoriale di Itali@Magazine.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *