La Notte Mediterranea della Piccola Banda Ikona

image_pdfimage_print
di Nadia Pitolli e Federico Nespola

Nella splendida cornice della Casa del Jazz di Roma, la “Piccola Banda Ikona” di Stefano Saletti si è esibita in “Notte Mediterranea” diffondendo tra il pubblico ritmi amplificati dalla voce emozionante della cantante Barbara Eramo. 

Stefano Saletti al bouzouki, Gabriele Coen ai fiati, Mauro Rivera al basso, Leo Cesari alla batteria e Carlo Cossu al violino, si sono esibiti, dando vita ad una miscellanea di melodie calde e raffinate, che hanno trascinato il pubblico in lidi lontani, fino a lasciare immaginare le spiagge, le onde ed i colori del Mediterraneo.

Un’orchestra multietnica e multicolore che con la collaborazione del maestro Ambrogio Sparagna – Direttore dell’Orchestra Popolare Italiana – e di Jamal Ouassini –  Direttore dell’Etno Jazz Pan Orchestra – ha toccato le sponde di luoghi lontani, tutti lambiti dalle acque dell’amato Mar Mediterraneo, che è stato il filo conduttore della serata.

Barbara Eramo ha saputo modulare la sua voce passando  con disinvoltura dal Sabir all’arabo, dallo spagnolo all’ebraico dal portoghese al dialetto siciliano, dando al pubblico la sensazione di poter ondeggiare insieme alle note nel mare…

Il maestro Carlo Cossu ha arricchito la serata con una sua emozionante esibizione di canto diplofonico.

Il concerto  si è chiuso con un brano del grande Domenico Modugno, Amata terra mia, abilmente interpretato dalla grande… “Piccola Banda Ikona”.

Redazione

Redazione

Tutto si integra nell’eterno ritorno: ciò lo sanno gli umoristi, i santi e gli innocenti. -Pier Paolo Pasolini

One Comment

  1. ada
    12 agosto 2011

    una lagna inaudita.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *