San Camillo Forlanini: l’ospedale che si trasforma in arena

image_pdfimage_print

di Erika Sambuco

 

Nel mese di agosto la città di Roma si svuota perché tempo di vacanze, ma non per tutti. Non possiamo dimenticare che per le persone malate, l’estate può essere un momento di grande solitudine e se Maometto non và alla montagna questo è stato un caso dove la montagna ha raggiunto Maometto, infatti per tutto il mese di Agosto l’assessorato alla Cultura, Spettacolo e Sport della regione Lazio ha dato vita all’iniziativa “E’ cinema per tutti”, iniziativa che dal 5 agosto, ogni venerdi, sabato e domenica alle ore 21.30 trova conclusione proprio questa sera con l’ultima proiezione. L’ospedale è stato sempre visto come un posto triste, con questa rassegna si è riusciti forse in qualche modo ad alleviare alcune sofferenze. Un gesto di vicinanza insomma a quanti si sono trovati in ospedale che, attraverso il cinema, hanno potuto condividere serate di distensione, cultura e solidarietà. Le emozioni dei grandi film entrate per un mese negli ospedali per raggiungere i pazienti in degenza d’estate, insieme ai propri amici o familiari, i dipendenti del nosocomio e abitanti dei quartieri vicini che hanno potuto assistere alla proiezione di alcuni tra i più grandi successi cinematografici dell’ultima stagione: da “Immaturi” a “Benvenuti al Sud”, da “Che bella giornata” a “Manuale d’amore 3”, da “Femmine contro maschi” a “Se sei così ti dico sì”,fino ai successi internazionali “Hereafter”, “Inception”, “La versione di Barney”, “Vi presento i nostri” ,”Il truffa cuori” e “Il discorso del Re”. Dalla commedia italiana, fino ai film d’autore, ogni pellicola è stata selezionata per capacità di coinvolgere e divertire, ma anche emozionare e lasciare col fiato sospeso; fonte di energia, intrattenimento e riflessione per ogni paziente.

Come da previsioni, i 240 posti del piazzale antistante il palazzo del Forlanini, hanno registrato il tutto esaurito con diverse persone sul prato e tante altre in piedi. I degenti costretti a letto, hanno potuto assistere alle proiezioni attraverso il circuito chiuso all’interno dell’ospedale. A presentare la rassegna cinematografica a costo zero (le produzioni hanno messo a disposizione gratuitamente le pellicole) sono stati il presidente della Regione Lazio, Renata Polverini e ospite d’onore, il grande attore e regista Woody Allen. A seguire l’assessore regionale alla Cultura, Fabiana Santini, al direttore generale del San Camillo, Aldo Morrone e al presidente dell’Anec Lazio, Valter Casini. “È cinema per tutti” (che segue “È Natale per tutti”, che ha portato musica e film in carceri e ospedali della regione) è un progetto pilota che, dalla prossima estate, la Regione Lazio intende rafforzare ed estendere a tutti gli istituti di cura del territorio, iniziativa nel quale, personalmente, ripongo le mie speranze e non solo per un mese durante l’estate ma proprio come “piatto del giorno” offerto dalle strutture come quelle ospedaliere poiché credo non esserci momento di più forte solitudine di quello vissuto durante una malattia.

Anna Esposito

Partenopea, agnostica, grafomane appassionata di politica e di buon vino. Non correggo il caffè. Direttore editoriale di Itali@Magazine.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *