30 anni di Depeche Mode!

image_pdfimage_print

testo di Patrizia Parolini e Ivan Lavaccara – foto di Stefanino Benni

Son trascorsi 30 anni da quelle grigie nottate nell’ESSEX dove i Depeche  suonavano davanti a 40 persone, la maggior parte amici e raccoglievano i primi applausi.
Sono passati indenni dall’abbandono di Vince Clarke che ha regalato a Martin Gore la possibilita’ di esprimere il suo innato talento e da quei “terribili” anni 80 che hanno ucciso quasi tutte le band post “paninare”.
Per la stampa specializzata e la gente comune il loro e’ sempre stato un gruppo di nicchia, che poco aveva a che fare coi vari Duran Duran O Spandau Ballet.
Hanno sempre vissuto la loro NON notorieta’ col sorriso in bocca nonostante venissero sempre additati come una band oscura, forse per via di quell’abbigliamento funereo che li ha contraddistinti per anni, fino alla svolta nel 90 dell’album Violator (13 milioni di copie vendute), che con le sue sonorita’ a tratti cupe a tratti solare conquista il mondo anche grazie al loro sapiente mentore artistico Anton Corbjin che con il video del re di Enjoy the Silence e i cowboy di Personal Jesus (registrata a Milano) regala una nuova immagine del gruppo.

Come tutte le band che si rispettino il successo produrra’ eccessi alla quale forse nemmeno i timidi ragazzi di Basildon erano preparati, droga e birra servivano ad alleggerire un tour mondiale massacrante di 18 mesi tra il 93 e il 94.
Questo portera’ Wilder a decidere di mollare i suoi amici per divergenze artistiche, piu’ probabilmente Alan capi’ che il futuro della band era oramai al tramonto.
Questo evento spinse invece i rimanenti DM a dimostrare a tutti coloro che li davano per spacciati, ma soprattutto a se stessi che non erano morti.
Nel 97 ULTRA apre la nuova era del gruppo: sonorita’ minimali con punte di R&R riportano i DM ai tempi di Black Celebration e Violator. Con la stupefacente “Home” di Martin che ruba lo scettro di canzone strappalacrime a “Somebody”, il tutto correlato l’anno dopo dal the singles tour 86-98 che riempira’ gli stadi, e dara’ nuova linfa al gruppo.
Nel ventennale della band esce Exciter che con Playing the Angel nel 2005 conquista totalmente pubblico e critica.
Nel mentre Dave Gahan si autoproduce 2 album (PAPER MONSTER E HOUGLASS) che rappresentano la sua vera e forse repressa anima Rock.

Nel 2009 con Sounds of the Universe i DM tornano alle loro origini usando vecchi campionatori anni 80′ (che Martin Gore si faceva recapitare in studio a Santa Barbara) e con il nuovo produttore si cimentano in suoni che sembrano veramente usciti da un mondo parallelo.
L’album remixes 81-11, con nomi di assoluto livello, rappresenta una piccola celebrazione per questo gruppo che tanto ha dato e tanto ha ancora da dire.
A gennaio Andy, Martin e Dave rientreranno in studio per lavorare al nuovo album e nel 2013 daranno vita al (forse) loro ultimo tour e che sara’ facile immaginare riempira’ gli stadi di tutto il mondo.
Chi lo avrebbe detto 30 anni fa’?

Redazione

Redazione

Tutto si integra nell’eterno ritorno: ciò lo sanno gli umoristi, i santi e gli innocenti. -Pier Paolo Pasolini

24 Comments

  1. Carmen
    21 settembre 2011

    Wow,finalmente un bell’articolo su dei mostri sacri.
    Foto bellissime.
    Carmen

  2. Luca Gore
    21 settembre 2011

    Yessss. Foto meravigliose, quelle di Martin poi spettacolari.
    Complimenti a Patty e il Devoto numero 1 .

  3. Gabri
    21 settembre 2011

    finalmente i mostri sacri sono arrivati tra le pagine di italiamagazine. chi l’avrebbe detto. Continuate cosi Depeche Mode…avete fatto 30 ore fatte 31.
    Gabri

  4. Christian
    21 settembre 2011

    Geniale!!!
    GRAZIE DEPECHE MODE…
    THE KINGS OF THE UNIVERSE,anzi…THE MOST OF THE UNIVERSE!

  5. giorgio natali
    21 settembre 2011

    grande Ivan come sempre.
    le foto sono veramente spettacolari. si puo’ fare una copia?
    ma e’ vero che entrano a gennaio in studio?

  6. Patrizia
    21 settembre 2011

    Grazie a Stefano per averci dato la possibilità di pubblicare questo articolo!
    E’ un piacere collaborare con te :o) e come già detto … le foto sono meravigliose
    GRAZIE!!!
    e grazie a tutti

  7. sun and the rainfall
    21 settembre 2011

    bella recensione di un gruppo che ha fatto la storia della musica mondiale correlata da foto bellissime.
    unica pecca: 30 anni in cosi’ poco spazio.
    i Depeche Mode meritano piu’ pagine.

  8. peppe 013
    21 settembre 2011

    ottimo articolo, pacato e non banale rispetto a quello che ci propinano i vari giornali
    avete tralasciato Counterfeit di Martin, ma capisco che l’articolo era sui Depeche Mode.
    complimenti anche per le foto.

  9. Marco Beltrame
    21 settembre 2011

    Mamma mia che foto !!!!!
    Si puó copiare l’articolo e condividerli in bacheca?

  10. Ivan Lavaccara
    21 settembre 2011

    Certo,Si puó copiare l’articolo semplicemente Linkandolo e mantenendo l’home page del sito
    X Marco: ho volutamente lasciato C1 e C2 di Martin perchè sono album di cover e non hanno interferito in alcun modo col lavoro dei DM.

    Un grazie particolare a Stefano per l’opportunitá.

  11. Caruccia
    21 settembre 2011

    Complimenti Ivan e Patty, bel post e bellissime foto… Un abbraccio fiorentino

  12. ivan
    21 settembre 2011

    grazie Caruccia.
    il mio scritto e’ di contorno, sono le foto bellissime fatte da professionisti come Stefano che danno valore all’articolo.
    un abbraccio

  13. Luca S
    21 settembre 2011

    Bell’articolo belle foto.

  14. andrea gahan
    22 settembre 2011

    foto spettacolo. meravigliose.
    dovreste fare anche un reportage sui concerti italiani dell’anno scorso.

  15. 22 settembre 2011

    ciaooo ragazzi bell’articolo… sono così contenta che a gennaio entreranno in studio per il cd nuovo non vedo l’ora !!!!! e sopratutto non vedo l’ora del loro concerto 🙂 DEVOZIONE PER SEMPRE <3

  16. Giorgia
    22 settembre 2011

    Bravi Patrizia ed Ivan, l’articolo e’ molto bello e dettagliato. Ma due conoscitori come voi non potevano fare altrimenti! Bellissime anche le foto. Siete forti e Loro magici!!

  17. Leomilano
    23 settembre 2011

    Spettacoloooooo.
    Grandi voi 2 devoti e foto mozzafiato .
    Portate avanti il nome dei DEpeche in Italia.

  18. Martinlucca
    23 settembre 2011

    Ottimo lavoro Patty e IVan, voi due non vi smentite mai.
    Foto allucinanti. Bellissime

  19. Pippo
    25 settembre 2011

    Articolo che mette in luce la bellezza di questo grande gruppo
    Messo sul mio facebook.
    Fotografie di Torino spettacolari , grande

  20. Silvia
    26 settembre 2011

    Complimenti! grazie per tutto quello che fate e grazie per avere nella vita scelto i DM! Foto strepitose!

  21. Stefano Bit Sugar
    4 ottobre 2011

    complimenti per l’articolo, ivan e patty se volete scrivere un libro sui DM e le vostre avventure e cercare qualcuno che lo pubblichi sapete dove sono, un saluto anche a martin j.!

  22. ivan
    4 ottobre 2011

    grazie Silvia, come ben sai, i DEPECHE MODEsono un qualcosa di aureo che ti porti dentro.
    non si diventa fan,lo si e’ gia’ nell’animo e poi col tempo o con la giusta canzone tutto questo amore sopito esce fuori.

  23. ivan
    4 ottobre 2011

    grazie Stefano.
    per un futuro libro sui Depeche devo comunque aspettare almeno 3 anni affinche’ la loro lunga carriera giunga al termine ..
    avventure , aneddoti e pazzie ne ho tanti da raccontare ,ma molti ne voglio ancora.
    e ci sto lavorando perche’ la mia passione per i DM brucia ancora.
    the fire still burn

    un caro saluto a Maddy

  24. Federico dm
    15 ottobre 2011

    Finalmente si parla del più grande gruppo del mondo in maniera non futile.
    Al bando gli schemi . I DM SONO storia.
    Grazie per le belle parole e le foto
    Fede

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *