Zucchero festeggia all’Arena di Verona

image_pdfimage_print

foto e testi : Stefanino Benni

“E lui per non dirmi che non avevamo niente, mi rispondeva….A ghe di Chocabeck”

“Chocabeck”, è semplicemente una espressione della sua infanzia, quando suo padre non avendo il coraggio di dirgli che non c’era da mangiare diceva al giovane Adelmo che sarebbero arrivati i “chocabeck”, espressione che alludeva al rumore che fanno gli animali quando hanno il becco vuoto. In questo messaggio che è il titolo del nuovo fantastico tour di Zucchero, sta molta poesia che addolcisce con la musica quella vena di tristezza e di fantastica umiltà e sincerità di anni addietro, ora spesso dimenticati come valori.

E’ con questi lontani pensieri battuti a macchina e proiettati sul baule dei ricordi di Zucchero, che si apre i palco di questo meraviglioso anfiteatro romano che è l’Arena di Verona. Si accendono le luci che danno il via ad una nuova serata di sold out nella città scaligera, per il tour Chocabeck 2011

Chocabeck è il diciassettesimo album di Zucchero, pubblicato a fine 2010 e contiene prestigiose collaborazioni tra cui quella con Bono Vox degli U2.

Un album di ricordi dell’infanzia in cui si trovano canzoni bellissime ispirate e dedicate appunto ai giorni spensierati della sua giovinezza e servite al suo pubblico nell’inconfondibile miscela di sonorità Rock/Blues, che avvolgono di poesia e dolcezza questa fantastica serata di musica in cui ad ascoltarlo c’è anche un grande del calcio italiano, Roberto Baggio.

Zucchero esordisce nel 1980 con una band che si chiamava Taxi e si classifica primo al “Festival di Castrocaro”. Nel 1982 partecipa per la prima volta al Festival di Sanremo con il pezzo “Una notte che vola via”, che gli valse la finale. Tornò l’anno seguente, nella categoria giovani, con “Nuvola”, ma non riuscì a raggiungere la vittoria. Nel 1985  Zucchero Fornaciari partecipò ancora a Sanremo, nella categoria Big con un brano che gli  procurerà la meritata fama: “Donne”.

Con oltre 50 milioni di album venduti è sicuramente un artista di fama internazionale e ha collaborato con artisti di altissimo calibro, tra i quali Joe Cocker, Paul Young, Luciano Pavarotti, Jeff Beck, Eric Clapton, Scorpions, Queen, Sting, Bono degli U2, B.B.King, Stevie Ray Vaughan, Vangelis, Macy Gray, Tom Jones, Andrea Bocelli, Dolores O’Riordan (The Cramberries), Sheryl Crow, e moltissimi altri.

Tra altri suoi numerosissimi premi e riconoscimenti ricordiamo 5 vittorie del Festivalbar, nel 2009. Vince il Global Music Award ed è l’unico artista italiano sul palco del Mandela Day a New York. Nel 2011 riceve a Monaco il “DIVA Hall of Fame – Music Merit Award” e ai Wind Music Awards il premio “Città di Verona”

Organizzazione Evento F&P Group

Redazione

Redazione

Tutto si integra nell’eterno ritorno: ciò lo sanno gli umoristi, i santi e gli innocenti. -Pier Paolo Pasolini

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *