Folk’n Roll brianzolo degli Scanz e dei Maza Gajnn

image_pdfimage_print

La band Folk’n’Roll brianzola, che associa il dialetto a un modernissimo sound, presenta il 28 novembre al MEDIMEX di Bari il suo EP di esordio. In radio il singolo FIUM

Scanz e i Maza Gajnn, Folk’n’Roll band brianzola nata nel 2008, presentano il loro primo EP ufficiale, prodotto e realizzato fra il The Cave Studio di Catania e il White Rabbit Hole Studio dal produttore artistico Daniele Grasso per DCAVE RECORDS. Il lavoro ha lo scopo di diffondere il più possibile il loro sound non solo a livello locale, ma anche nazionale. In questo EP vengono proposti 4 brani, caratterizzati dalle particolari sonorità della lingua brianzola unita ad un sound particolare che, sia nelle tecniche di registrazione adottate, sia negli arrangiamenti, strizza l’occhio al rock degli Stati Uniti che dal finire dei 60 si ripresenta ai giorni nostri. I pezzi proposti sono un sunto del variegato repertorio della band, capace di dare un filo logico a diversi generi musicali apparentemente distanti tra loro.

Scanz (Scanziani Daniele) nasce nel 1984 a Seregno, una cittadina della Brianza. Già dai primi anni di vita viene a contatto con le tradizioni della sua terra grazie anche ai nonni che gli trasmettono le storie e le leggende del borgo. Nel 2007 l’esigenza di trasformare questi racconti in musica fa nascere gli Scanz e i Maza Gajnn; folk ‘n’ roll band che utilizza il dialetto brianzolo nei testi. Il gruppo formato così da Scanziani Daniele (voce e chitarra acustica), Giacomo “Jack” Orlandi (basso), Matteo “Teo” Finizio (chitarra) e Mauro “Maver” Mariani (batteria) comincia a suonare nelle principali piazze della Brianza, partecipa a diversi contest nazionali:“Note e Parole della Brianza” piazzandosi al terzo posto, ricevendo il premio della giuria come miglior presenza scenica; il Live on the Rock 2011 a Paceco (Trapani), anche qui conquistando il terzo posto. Nel 2011 nasce la collaborazione con Daniele Grasso (musicista, produttore, sound engineer, e collaboratore tra gli altri di Diego Mancino, Cesare Basile, Afterhours, John Parish, Greg Dulli, John Bonnare, Hugo Race e Waines) che porterà alla band un nuovo sound, unendo la tradizione della lingua Brianzola con sonorità lontane dal consueto sentir musica.

www.protosound.net

 

Redazione

Redazione

Tutto si integra nell’eterno ritorno: ciò lo sanno gli umoristi, i santi e gli innocenti. -Pier Paolo Pasolini

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *