‘L’isola dei famosi 9’ alla deriva

image_pdfimage_print

di Maria Rosaria De Simone

Mercoledì 25 gennaio è ripartita la nuova edizione de ‘L’isola dei famosi 9’, con i personaggi che il pubblico televisivo aveva conosciuto negli anni precedenti, e che sono tornati in questa edizione con qualche chilo e qualche ruga in più.

Gli autori speravano che questo ‘ritorno al passato’ sarebbe divenuto una molla per dare nuova linfa ad un reality che ha mietuto successi negli ultimi anni, ma che invece potrebbe rientrare in quel calderone di reality che ormai ha annoiato – ed era davvero ora – i telespettatori.

L’AD di Magnolia, Ilaria Dallatana, aveva informato che il reality  sarebbe stato una ‘nuova’ prima edizione. Invece tutto è risultato come un film già visto, senza particolari novità, con  personaggi già visti, tuffi dall’elicottero uguali a se stessi, saluti ai figli, baci e prove sull’isola assolutamente vecchio nello stile.

Anche l’idea di far approdare sull’isola dei personaggi chiamati gli eletti, tra cui il controverso Mago Otelma, è  risultata inconcludente e di nessun fascino. Il grasso dei protagonisti rotolava sugli schermi senza ritegno e senza pudore, sottolineato da discorsi senza senso e senza forma, provocando solo il desiderio che quello spettacolo terminasse.

Tra i protagonisti, Cristiano Malgioglio, con i suoi atteggiamenti carichi di emotività ha innestato nel programma, se non curiosità,  un minimo di simpatia.

Insomma, a voler essere sinceri, la prima puntata dell’ ‘Isola dei famosi’, non ha suscitato impressioni positive e la mancanza di Simona Ventura, comparsa solo all’inizio per il passaggio del testimone, si è sentita. Forse per abitudine, forse perché il nuovo presentatore  è ancora inesperto dei tempi e dei ritmi del programma, la serata è gradatamente scivolata nel girone della dimenticanza.

È d’obbligo comunque dare una possibilità di riscatto ad un programma che, a differenza di ‘Grande Fratello’ (che è l’emblema del non saper far nulla e dell’abulia estrema), ci richiama a quello spirito atavico del Robinson Crusoe.

 

MRosaria De Simone

MRosaria De Simone

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *