“L’amore quando c’era” di Chiara Gamberale

image_pdfimage_print

di Maria Rosaria De Simone

Mai mancare di passare in libreria. Mai mancare di sbirciare tra i buoni libri per farne vostro uno solo. È li, tra gli altri ad aspettarvi, per raccontarvi la sua storia. Per consentirvi di crescere, ogni giorno un poco. 

A volte capita di scegliere un libro, solo perché se ne aspettava l’uscita, o perché l’autore magari è noto, per poi ritrovarsi, con lo sgomento di chi, dopo aver letto e cercato, non ha imparato nulla. Ma questo non accade con l’ultimo romanzo di Chiara Gamberale, “L’amore quando c’era”, libro intenso, profondo, alla ricerca di radici sentimentali, di speranze d’amore mai sopite, di sguardi ed incontri in grado di addolcire la vita, o di cambiarla.

Dal 3 gennaio è in libreria e già sta acquistando l’affetto dei lettori. Chiara Gamberale, conduttrice radiofonica, autrice televisiva e scrittrice, vincitrice nel 2008 del Premio Campiello per il suo romanzo “La zona cieca”, aveva già acquistato successo di pubblico e di critiche con “Le luci nelle case degli altri”. L’ultimo suo libro la conferma ottima autrice e di sicuro la pone tra le scrittrici italiane più promettenti.

La storia percorre neanche un centinaio di pagine e si innesta tra le righe delle epistole dei nostri giorni. Amanda, una professoressa che sogna di diventare scrittrice, e Tommaso, un avvocato che ha una famiglia che ama profondamente, dopo circa 12 anni si riscrivono. Si amavano un tempo. Iniziano un dialogo interrotto, con mail, sms, brevi telefonate, discrete, curiose, gentili, un poco nostalgiche. Lui si racconta, lei anche; insieme analizzano il loro vissuto, e dietro tutto c’è un amore che vive, che forse vivrà per sempre. La storia non conduce al lieto fine, dodici anni sono tanti e troppe cose si frappongono. Quel che resta però è una amarezza che ha in sé qualcosa di poetico e di indefinito.

Emblematica la frase che lui scrive e che riempie di profondi significati tutta la storia: “E che se hai amato una sola persona nella tua vita, se solo una volta hai avuto quella certezza, ti conviene non entrare più in contatto con quella persona. Ma se adesso ti sto scrivendo, mi sa che no: questo non l’ho ancora imparato”.

Bel romanzo, neanche caro, solo 8 euro e cinquanta. Un libro che regala sentimenti e riflessioni, un libro che può far crescere.

MRosaria De Simone

MRosaria De Simone

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *