Roma: aperti nidi e scuole infanzia comunali

image_pdfimage_print

«Grazie al contributo dei Presidenti di Municipio e al lavoro prezioso di tutto il personale municipale, ieri e oggi pressoché tutti i nidi e le scuole d’infanzia comunali, oltre 720 strutture, sono regolarmente aperti». Così l’Assessore alla Famiglia, all’Educazione e ai Giovani di Roma Capitale Gianluigi De Palo, parlando delle operazioni di risoluzione delle criticità effettuate e in corso d’opera nelle scuole di Roma, resesi necessarie a seguito dell’abbondante nevicata dei giorni scorsi.

«Dei restanti istituti scolastici di pertinenza di Roma Capitale – aggiunge l’Assessore – cioè le scuole dell’infanzia statali e le scuole primarie e secondarie di primo grado, mi risulta che la stragrande maggioranza sia stata messa in condizione di riaprire i battenti. Pochi sono i problemi ancora in via di risoluzione, tutti di tipo particolare, come la caduta di un controsoffitto, di un cornicione o il malfunzionamento dell’impianto di riscaldamento, che potrebbero impedire la regolare apertura. Gli operatori, comunque, stanno ancora lavorando a pieno regime, soprattutto nei Municipi XIX e XX, quelli che hanno subìto le precipitazioni nevose più abbondanti, per dare soluzione anche ai problemi più complessi. La collaborazione con le autorità municipali proseguirà allo scopo di permettere loro di prendere la decisione più adeguata per la ripresa delle attività scolastiche».

«Domattina, come segnale di presenza e di vicinanza alle famiglie e agli insegnanti, all’ingresso di tutti i nidi e le scuole dell’infanzia comunali ci sarà un operatore dell’Azienda Multiservizi che vigilerà sul regolare afflusso dei bambini e sarà un punto di riferimento per famiglie e insegnanti in arrivo. Lavoreremo tutta la notte e anche nelle prime ore di domattina per prevenire i rischi del ghiaccio che potrebbe formarsi in nottata», conclude De Palo.

Redazione

Redazione

Tutto si integra nell’eterno ritorno: ciò lo sanno gli umoristi, i santi e gli innocenti. -Pier Paolo Pasolini

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *