Antonello Venditti festeggia il suo compleanno in concerto a Roma

image_pdfimage_print

Foto e Testo di Federico Aniballi

L’otto marzo è la festa della donna e gli spalti sono coperti di minose gentilmente offerte per l’occasione, eppure non è questa la festa della serata, lo si capisce subito non appena si abbassano le luci. Il pubblico si emoziona, applaude ed intona “tanti auguri a te, tanti auguri a te”: è il compleanno di Antonello, il sessantatreesimo per la precisione! Ma invece di spegnere le candeline, lui ha acceso gli animi. Bel concerto: la voce c’è e la voglia di cantare pure. Apre con il singolo “Unica” per poi dedicarsi ad un’alternanza di classici evergreen e nuovi successi, ma prima c’è spazio per un saluto speciale, quello al suo amico Lucio Dalla. Il ricordo non è né nostalgico né tanto meno amaro… della serie “chi muore cantando, muore felice”. E allora c’è spazio pure per una preghiera ed un ringraziamento altrettanto speciale rivolto ai due giovani morti sotto i palchi di Jovanotti e Laura Pausini, rispettivamente Francesco Pinna e Matteo Armellini: “è grazie a gente come loro che noi possiamo essere qui stasera”.
E musica sia. Si abbassano le luci, si accendono i microfoni e si ricominicia a cantare. Buon compleanno Antonello: il regalo lo hai fatto tu a tutti i tuoi fan.

Redazione

Redazione

Tutto si integra nell’eterno ritorno: ciò lo sanno gli umoristi, i santi e gli innocenti. -Pier Paolo Pasolini

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *