Caparezza a Roma: la fine del mondo non arriverà!

image_pdfimage_print

foto e testo: Serena de Angelis

A distanza di tre anni dall’uscita di ‘Le dimensioni del mio caos, l’eclettico Caparezza porta in tour il suo ‘Sogno eretico’, già disco di platino, uscito a marzo del 2011.

L’artista di Molfetta, al secolo Michele Salvemini, stupisce il suo affezionato pubblico con un nuovo show: dopo il successo delle date invernali decide di tornare con un lungo calendario (ultima data il 6 aprile a Matera), già quasi tutto sold out, ieri sera è arrivato a Roma.

Il Tendastrisce è gremito dalle 19, centinaia di fan si accalcano dietro le transenne.  Un raffinato Diego Mancino apre il concerto alle 21 suonando alcuni pezzi piano e voce.  Poco dopo le 21.30, preceduto dall’entrata in scena di un totem Maya il santone Caparezza entra sul palco.  Il pubblico esplode: il pezzo d’apertura è dunque ‘La fine di Gaia’, ultimo singolo, tormentone del momento che pone l’attenzione su uno degli argomenti più discussi dell’ultimo periodo: la fine del mondo.

E’ questa la particolarità di Caparezza: essere tremendamente e puntualmente attuale, affilato come un coltello.  Dissacrante e ironico.  Nelle sue liriche ce n’è per tutti.

Il concerto prosegue con un ritmo incalzante tra brani nuovi e vecchi successi.

La fine del mondo non arriverà”, è tutta una presa in giro, ci dice il Capa.  E noi ci crediamo.

Redazione

Redazione

Tutto si integra nell’eterno ritorno: ciò lo sanno gli umoristi, i santi e gli innocenti. -Pier Paolo Pasolini

One Comment

  1. 17 marzo 2012

    UN BRAVISSIMO CANTANTE E ATTIVISTA GENEROSO……

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *