Orquesta Buena Vista Social Club® featuring Omara Portuondo all’Auditorium Parco della Musica

image_pdfimage_print

Un concerto sempre atteso dal pubblico dell’Auditorium, quello dell’Orquesta Buena Vista Social Club in programma per lunedì 31 luglio, alle 21. L’orchestra realizzò il suo unico album in studio nel 1997, prodotto da Ry Cooder; il disco riscosse immediatamente un enorme e meritato successo di pubblico e critica.  All’album, che vide la partecipazione di un suggestivo ensamble di veterani musicisti Cubani, fece seguito il celebre e fortunatissimo film di Wim Wenders, oltre ad una serie di tour internazionali e da ulteriori album solisti dei componenti del gruppo, dando vita ad un vero e proprio “fenomeno Buena Vista”. Ora, nel 2012, dopo migliaia di performances di successo in tutto il mondo, i musicisti dell’Orquesta Buena Vista Social Club si apprestano a tornare in Europa per un nuovo Tour. 

I live dell’Orquesta Buena Vista Social Club sono famosi per la capacità di trascinare e per “l’atmosfera  mozzafiato che sono in grado di creare” (The Independent), per saper lasciare il pubblico “stupefatto” (Financial Times).
In prima linea ci sono tre musicisti “superstiti” presenti anche nell’omonimo film di Wenders: il trombettista Guarjiro Mirabal, il virtuoso del laud Barbarito Torres e il trombonista Jesus “Aguaje” Ramos.  La giovane generazione di musicisti cubani è rappresentata invece da talenti del calibro di Carlos Calunga, una delle voci cubane più amate oggi, e dal pianista Rolando Luna. Ad aggiungersi a questa già folta line-up di musicisti di provenienza cubana c’è la grande cantante Omara Portuondo,  membro dell’originale formazione del Buena Vista Social Club, che nel 2008 in seguito all’uscita dell’album “Gracias” (World Village/ Montuno) vinse anche un Latin Grammy ed ottenne la candidatura ai Grammy.
Sin dagli anni quaranta quando era ancora una ragazzina, la Portuondo si è esibita cantando nei locali di Cuba; e come riporta il New York Times proprio nella recensione di “Gracias”, il passare degli anni non ne ha per nulla intaccato le potenzialità vocali: “La sua voce… è forte, raffinata, dinamica e ancora appassionata”. Il Los Angeles Times definisce la sua voce come “uno strumento incredibilmente forte ed emozionale”.

L’indistinguibile suono e la personalità espressa dalla sua tromba hanno invece fatto guadagnare a Guajiro Mirabal il soprannome de “La Tromba di Cuba”. Il suo tagliente tributo al son conjuntos del mitico Arsenio Rodriguez, dal titolo “Buena Vista Social Club presents Manuel Guajiro Mirabal”, è stato nominato per un Grammy ed un Latin Grammy; la sua uscita fu accolta con ampio calore dalla stampa di tutto il globo:  “Le incredibili performance di Mirabal catturano in un attimo la bellezza e la verve che ci hanno reso tanto cari lo stile del son montuno” (The Wire). Il trombone di Jesus “Aguaje” Ramos è stato parte organica delle registrazioni del World Circuit’s Cuban per oltre un decennio; la sua esperienza sul palco e la sua capacità unica di essere trave portante di un ensamble ne hanno

fatto un componente imprescindibile in passato anche per i tour di Ibrahim Ferrer e Omara Portuondo stessa. Come “direttore musicale” per Omara Portuondo e Ruben Gonzalez si è conquistato le attenzioni della platea internazionale: “Sa davvero come far suonare un trombone” (Boston Globe).

Barbarito Torres è stato invece a capo del Grupo Campoalegre di Celina Gonzalez e ha avuto occasione di lavorare sia con i più grandi nomi della scena musicale cubana, che con star internazionali del calibro di Oscar de Leon. Ha anche suonato con la Afro-Cuban All Stars e il suo album solista “Havana Cafe” vanta collaborazioni del calibro di Ibrahim Ferrer e Omara Portuondo.

Gli ultimi anni di tour hanno fatto registrare un successo straordinario per l’Orquesta. Con il susseguirsi di sold-out in venue di prestigio come l’Olympia di Parigi, la Royal Albert Hall di Londra, il Liceu di Barcellona ed il Konzerthaus di Vienna. Senza dimenticare che l’Orquesta Buena Vista Social Club si è esibita in numerosi festival internazionali di prestigio come il North Sea Jazz, e che nella maggior parte di questi ha fatto registrare il tutto esaurito.

Ciascuno di questi artisti ha un approccio molto personale all’ampio range di stili di musica cubana, ed ha apportato il proprio estro individuale al Son montunos, al danzon, al cha cha cha, al bolero ed al jazz cubano.

In tutti questi anni questi straordinari musicisti hanno acquisito sempre maggiore consapevolezza delle loro capacità, mantenendo la passione per la musica immutata e continuando ad esprimersi con un’esuberanza ed una vitalità più accesa che mai.

Biglietti in vendita dal 28 marzo 2012:

PART 30,00

PART LAT 25,00

TRIB CENTR 30,00

TRIB MED 25,00

TRIB LAT 20,00

Info:06 80241281

www.auditorium.com

 

 

Redazione

Redazione

Tutto si integra nell’eterno ritorno: ciò lo sanno gli umoristi, i santi e gli innocenti. -Pier Paolo Pasolini

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *