Non chiamatela antipolitica

image_pdfimage_print

di Monica Capo

Fatemi capire…..

Mentre, il nostro paese, e non solo il nostro, è in ginocchio e ci suicidano di austerità.

Mentre escono le cifre ufficiali sulla spartizione del denaro pubblico da cui risulta che dal  ’94  i partiti  avrebbero bruciato 2,3 miliardi.

La politica che cosa fa?

Si mette a criticare Beppe Grillo e il Movimento Cinque Stelle, unica forza politica che ha rinunciato ai finanziamenti elettorali.

E, lo stesso fa l’ intellighenzia giornalistica italiana a partire da Lerner, passando per Maltese, per arrivare fino a Zucconi.

Però, scusate, chi ha portato in Parlamento De Gregorio, Cosentino e Scilipoti?

Grillo sarà pure un personaggio controverso con quella sua Casaleggio, in odore di marketing virale, con quelle sue esternazioni a volte poco felici, ma bisogna riconoscere che non è lui che ha messo i cittadini contro le istituzioni quanto piuttosto sono state  le istituzioni e la classe politica ad essersi messe contro i cittadini.

E, poi, il fatto che Grillo sia solo la parte mediatica del Movimento Cinque Stelle , lo capirebbe pure un bambino, e, non sarà certo chiamandola “antipolitica” che si riuscirà a digerire quella proiezione del  7,2%, nelle intenzioni di voto degli italiani.

Piuttosto, che la politica faccia autocritica  mai eh???

Redazione

Redazione

Tutto si integra nell’eterno ritorno: ciò lo sanno gli umoristi, i santi e gli innocenti. -Pier Paolo Pasolini

3 Comments

  1. 16 aprile 2012

    fra un’anno avremo un solo compito mandarli tutti a casa…..scurdamoce u’ passato.

  2. LORY
    17 aprile 2012

    ASSOLUTAMENTE DACCORDO!

  3. Tiziana Peschier
    17 aprile 2012

    Se i contenuti che Grillo propone e che chi è iscritto al movimento condivide non sono condivisibili, allora perchè non discutere su questi senza infangare sempre un movimento di cui molto spesso si conosce poco? La risposta è ovvia, mi pare: fa tanta paura l’onestà poichè non si sa come corromperla

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *