In casa è di scena il Feng Shui

image_pdfimage_print

di Maria Rosaria De Simone

In Oriente imperversa l’arte del Feng Shui, che si occupa di organizzare la casa come la nostra stessa vita. In città come Hong Kong o Singapore progettano qualsiasi edificio pubblico, ma anche banche e aziende, avvalendosi delle consulenze di esperti di  Feng Shui. Da noi quest’arte rimane pressoché sconosciuta, eppure le implicazioni che ne derivano migliorerebbero notevolmente  l’ambiente in cui si vive. 

E visto che la primavera per noi è tempo di pulizie, quelle vere, quelle che vanno a scovare gli ultimi recessi invernali e dato che non è certo facile prendere in mano le redini di una casa da sistemare e da pulire in maniera approfondita, sarebbe l’occasione giusta per prendere spunto da quest’arte orientale.
Quando si giunge ad un punto in cui non si trova nulla tra le centinaia di oggetti che non hanno più una loro sede precisa, quando non è più un piacere rimanere in casa, quando tutti i familiari lamentano un malessere casalingo, vuol dire che è giunta l’ora di rimboccarsi le maniche e di fare un programmazione radicale, un cambio di stile di vita.
E la fatica del cambiamento sarà ricompensata dal piacere di trovarsi in una casa confortevole. Cosa questa da non prendere sotto gamba, perché è ormai notorio che l’ambiente che ci circonda agisce sull’umore. Un luogo oltremodo disordinato, infatti, può provocare ansia, frustrazione e desiderio di fuga. Un ambiente curato, invoglia alla lettura di un libro o a crearsi spazi propri di relax., perché le energie vitali scorrono senza freni.

Se qualcuno volesse imbarcarsi in questa avventura, ecco le regole da seguire. Due sono gli obiettivi da perseguire: da un lato la pulizia a fondo, dall’altro liberare le stanze da tutto ciò che è superfluo. Bisogna procedere stanza per stanza, una alla volta, eliminando tutti oggetti che agiscono sull’uomo da zavorra energetica e che rimangono il più delle volte accatastati in ogni dove: sotto i letti, sopra le scrivanie e gli armadi, negli angoli bui, dietro alle porte, nello sgabuzzino. Molto spesso tutto è da buttare, altre volte solo da organizzare in scatole catalogate in cui ricollocare ciò che si vuole conservare.
Comunque bisogna munirsi di una buste condominiali per raccogliere quello che finirà nella spazzatura tenendo bene a mente la raccolta differenziata e una scatola di cartone in cui inserire oggetti da riparare e con cui organizzare una sorta di recupero creativo.
Dunque, in primo luogo, ripulire i luoghi deputati alle cianfrusaglie. Buttare il più possibile. Dopo aver accatastato tutto ciò che è assolutamente inutile e che si trova alla vista nella stanza di cui vi state occupando, si deve liberare l’armadio, eliminando tutti gli indumenti che non si indossano mai e che si tengono per affezione. Infatti, secondo la regola orientale, essere circondati da cose ed oggetti inutilizzati non consente il naturale scorrere energetico e blocca gli stimoli e la creatività.
Anche lo sgabuzzino deve essere sgomberato alla stessa maniera. Conservare ogni cosa del passato, può infatti essere un’ancora che non consente di relazionarsi in maniera del tutto diversa alla nuova fase di vita che si sta attraversando.
Ciò che dopo essere stato passato al vaglio verrà salvato, dovrà trovare una sua collocazione, o in scatole chiuse che aiutano a far ordine e a proteggere dalla polvere o in un luogo che valorizzi l’oggetto.
Non è semplice mettere in pratica le regole del Feng Shui, anche perché noi Italiani siamo abituati a conservare religiosamente ogni cosa, ma se ci si lascia conquistare da questo approccio alla vita, sono garantiti non solo i cambiamenti nella propria abitazione, ma quelli che, per uno strano effetto osmotico si sono riversati sulla vita relazionale, sulla forma fisica ed anche sul lavoro.

Gli esperti assicurano che l’ordine fatto nella propria casa, è l’occasione per fare ordine anche dentro se stessi, scegliendo magari di seguire una dieta e di sentirsi presto più in forma, o di fare scelte lavorative innovative.
Pare infatti che il ‘fare pulizia’ intorno a sé, aiuti a trovare anche nella vita una strada tra le tante, per intraprenderla  e per porsi degli obiettivi da raggiungere o per inseguire i propri sogni.

Da oggi in poi tutti più ordinati. Provare per credere.

 

MRosaria De Simone

MRosaria De Simone

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *