L’anticiclone esalta le forme!

image_pdfimage_print

di Marzia Santella

Sofia Loren

La primavera si sa è fatta di pioggia e sole, un risveglio della natura, un risveglio dei sensi. Inevitabile arriva, dopo giornate fredde e grigie, l’anticiclone di turno. Questo fine settimana finalmente il caldo, finalmente ore all’aria aperta, finalmente…ops la famigerata prova bikini! Un po’ come San Valentino e Natale la prova costume è diventata, negli ultimi anni, una perfetta idea commerciale. Un espediente per bombardarci di spot: dalle bibite dietetiche, agli strumenti per fare ginnastica più o meno passivamente, centri benessere, corsi di ogni tipo per assotigliarci come acciughe. Magro è sano, snello è bello. E come la frutta siamo ridotti ad una forma, ad un peso omogeneo con gli altri. Come arance che devono stare nelle casse in egual numero e peso: la percezione comune prevede che si debba essere “perfetti.”

Via alle forme fuori misura, via al gusto fuori peso. Il bikini non fa per tutte come il costumino da uomo non è adatto a ogni fisico. In questi tempi, di crisi e di stenti, il periodo di esposizione semi nudi al sole si ridurrà e saranno molti coloro i quali, fortunatamente, si godranno le vacanze lo stesso. Le temperature torride previste ci mostreranno allora persone agghindate nei modi più disparati, a volte ridicoli certamente. Mi chiedo però se sono io ad avere una concezione conformista per certe forme e certi modi e non sia invece più interessante il loro sano menefreghismo. Persone obese in bikini e ragazze magrissime con costumi casti? Naturisti convinti e pacifici che si contrappongono a chi, ossessivamente cerca la forma perfetta: grasso zero sembrando stranamente più malati e brutti dei primi. La frutta bitorzoluta spesso è più gustosa di quella in bella mostra lucida e senza difetti sugli scaffali. Questa fissazione commerciale che ci vorrebbe magri, felici a prendere l’aperitivo in compagnia sui tetti delle città andrebbe rivisto. Il valore o la sostanza di una persona non risiede nel corpo tonico, non risiede nell’effetto: steso sul lettino. Mandiamo a quel paese gli spot, viviamoci il caldo cerchiamo di “vivere” perchè come diceva il saggio Oscar Wilde “Molta gente esiste e nulla più.” Ben venga l’estate allora e ci trovi più sicuri di noi. La diversità è sempre e comunque una ricchezza. Ricerchiamo l’eleganza nei modi, impariamo ad esaltare i nostri pregi e le nostre virtù. Non c’è niente di più affascinante di chi ha stima di sé. Un percorso personale certamente lungo irto di difficoltà ma altresì di momenti preziosi. Ricordando che che “Amare sé stessi è un idillio che dura tutta la vita.” Vi auguro una bellissima estate tra libri, arte e ciò che vi rende felici di qualsiasi forma voi siate.

Redazione

Redazione

Tutto si integra nell’eterno ritorno: ciò lo sanno gli umoristi, i santi e gli innocenti. -Pier Paolo Pasolini

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *