Estate Romana, al via il bando 2012: attenzione alle nuove creatività e al disagio sociale

image_pdfimage_print

Giovani, periferie, cortili delle case popolari, luoghi non convenzionali, strutture sanitarie, carceri e luoghi del disagio sociale. Ecco il bando dell’Estate romana e della programmazione annuale 2012. L’Amministrazione Capitolina intende reperire proposte di rassegne e festival di spettacolo dal vivo da realizzarsi a Roma nel periodo giugno – dicembre 2012.

“L’edizione di quest’anno – spiega l’assessore alle Politiche Culturali e Centro Storico Dino Gasperini – sarà fortemente incentrata sulle forme del contemporaneo, con l’intento di valorizzare le giovani leve e le nuove creatività che provengono da strutture di formazione artistica come conservatori, accademie d’arte, scuole di danza e di cinematografia. In considerazione della positiva esperienza della passata stagione, si conferma l’interesse per progetti che si svolgeranno nei luoghi del disagio, in particolare nelle carceri, ospedali e negli Istituti di cura. Finalmente si va oltre l’evento e oltre i grandi nomi. L’Estate romana diventa il palcoscenico dei talenti selezionati attraverso bandi e concorsi dall’Assessorato durante l’anno, come ad esempio ‘Musiche’, il premio per chi si è messo in gioco e ha dimostrato le sue capacità. Grande spazio alle periferie e quest’anno, per portare la cultura e lo spettacolo il più vicino possibile alla gente e a chi non è solito andare alla ricerca dei luoghi di rappresentazione, grande attenzione per i cortili e le pertinenze delle case popolari dal centro alla periferia. Massima attenzione inoltre ai costi per il pubblico. Si prevedono molte presenze di romani in città  e dunque il finanziamento sarà  proporzionale all’abbattimento dei costi per l’ingresso del pubblico. Grandissima attenzione all’accessibilità ai luoghi di spettacolo per i diversamente abili, con controlli sul progetto e sul posto. Vogliamo vincere la sfida all’accessibilità  per tutti. Sguardo attento al contemporaneo e ai nuovi linguaggi. Confermato anche l’interesse per la programmazione nelle carceri e nei luoghi di cura e del disagio sociale, novità introdotta lo scorso anno e che ha portato ottimi risultati.”

L’Amministrazione Capitolina impegna  a favore dei progetti scelti la somma di  Euro 2.500.000,00 Iva inclusa. Il bando è disponibile ai seguenti indirizzi internet: www.comune.roma.it/cultura e www.culturaroma.it

Redazione

Redazione

Tutto si integra nell’eterno ritorno: ciò lo sanno gli umoristi, i santi e gli innocenti. -Pier Paolo Pasolini

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *