Chiara Civello incanta al Sistina di Roma

image_pdfimage_print

foto e testo di Serena De Angelis

Dopo l’affermazione a Sanremo è appena stato pubblicato il nuovo lavoro di Chiara Civello “Al posto del mondo“: un “ritorno a casa”  ha detto la stessa cantautrice, perchè dopo ben tre album scritti in inglese, i testi ora sono in italiano.

Chiara Civello ha dato così il via al suo tour con l’anteprima nazionale del 25 aprile al Teatro Moderno di Fusignano (Ravenna).

E ieri sera è arrivata a Roma, nella splendida location del Teatro Sistina, con il suo live, organizzato dalla Ventidieci.

Sanremo le ha dato una grande visibilità, come sottolinea lei stessa, e finalmente sono sempre di più i suoi ammiratori: nella sala ci sono i “vecchi” fan, che la seguono dal suo album di debutto “Last Quarter Moon“, e i nuovi conquistati a Sanremo.

Dal jazz alla bossanova, Chiara si muove in punta di piedi e con eleganza sulle note: sul palco è leggera e raffinata, e il Sistina sembra essere una cornice perfetta.

La accompagna subito sul palco per il primo pezzo della scaletta Rocco Papaleo: il brano, scritto assieme, è “Tre”.

Chiara ha deciso di inserire nella scaletta dei brani di dischi precedenti, per chi non la conosceva prima, e, oltre agli estratti dal nuovo album, delle cover.   Delle canzoni che, come ha affermato lei stessa, le stanno molto a cuore: da “Il cuore è uno zingaro” a Sergio Endrigo e Jimmy Fontana.

Con lei sul palco Marco Siniscalco (basso) – Nicola Costa (chitarre) -F. Fratepietro (batterie)

Redazione

Redazione

Tutto si integra nell’eterno ritorno: ciò lo sanno gli umoristi, i santi e gli innocenti. -Pier Paolo Pasolini

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *