Un ‘Fermoimmagine’ sul nuovo tour di Francesco Renga

image_pdfimage_print

Fotoconcerto di Stefanino Benni

Abbiamo già incontrato Renga durante il suo precedente tour in occasione del live nella meravigliosa cornice di Villa Reale a Monza il 23 giugno del 2011 ed ora a distanza di un anno siamo invitati per la data 0 del nuovo Tour “Fermoimmagine”. Ci ritroviamo nel bellissimo Teatro San Domenico di Crema che ospita abitualmente grandissimi artisti e che anche in questo caso segna un nuovo sold out accogliendo a braccia aperte Francesco Renga, che con questa prima data del 22 giugno dà il via con la sua band ad un tour estivo (fino a settembre) in cui ripercorre il meglio della sua produzione di vent’anni di carriera e in chiave squisitamente Rock con quell’energia che lo ha fatto conoscere ad un vastissimo pubblico.

In Teatro quattro chiacchere con l’amico Dario Parisini (Direttore di Produzione di Francesco Renga) e con la bellissima Irene Fornaciari (tra il pubblico) e poi subito si spengono le luci e sul palco compare sorridente Francesco Renga accolto con grande entusiasmo dal pubblico di Crema, che lo ricorda anche per un suo primo passaggio con i Timoria nel 1995, come anche un suo ritorno nel 2000 all’inizio della sua carriera solista e poi nel 2005, anno in cui vinse il festival di Sanremo con la splendida canzone “Angelo”, riproposta al termine dlla serata tra gli applausi generali.

< Notte fonda – Senza luna – E un silenzio che mi consuma – Il tempo passa in fretta – E tutto se ne va… – preda degli eventi e dell’età – Ma questa paura per te non passa mai – Angelo, prenditi cura di lei – Lei non sa vedere al di la di quello che da – E l’ingenuità è parte di lei… – Che è parte di me – Cosa resta – Del dolore – E di preghiere, se Dio non vuole? – parole vane al vento… >

In teatro i fan si abbandonano alla sua musica e cantano insieme le sue parole che in questa calda sera estiva ci deliziano di Rock e poesia…

< Mentre aspetto che tutto finisca – E ti guardo perché sei perfetta – Sei la cosa che più mi spaventa – Mentre togli il vestito di fretta – Non rimane che la meraviglia – Che la tua pelle nuda risveglia – Sto precipitando amore mio – Come la pioggia sul tuo viso – come il cielo quando crolla all’improvviso – Se la tua bellezza è – Furiosa e nobile – è qualcosa che somiglia alla parte migliore di me – Se la tua bellezza è – La tua bellezza è…>

Organizzazione LiveNation
Un particolare ringraziamento a Roberta Ruffoni (Responsabile Uff. Stampa del Teatro), a Raffaele Checchia e Sunshine Pegoiani (rispettivamente Manager e Personal di Francesco Renga)

Redazione

Redazione

Tutto si integra nell’eterno ritorno: ciò lo sanno gli umoristi, i santi e gli innocenti. -Pier Paolo Pasolini

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *