Concerto per l’Emilia: 36mila cuori pulsanti per una gara di solidarietà

image_pdfimage_print

testo e foto: Vincenzo Nicolello

BOLOGNA – Uno stadio Dall’Ara pulsante di oltre 36 mila cuori ha assistito all’evento – happening  Concerto per l’Emilia, organizzato lo scorso 25 giugno per raccogliere fondi in favore delle popolazioni terremotate. La maratona musicale ha visto la presenza di buona parte degli artisti Emiliano-Romagnoli a partire dalle stelle Ligabue, Laura Pausini, Zucchero e Cesare Cremonini, fino ai Modena City Ramblers ed i Nomadi. Proprio il front-man del gruppo modenese, Beppe Carletti è stato tra gli artefici di una serata che ha consentito di raccogliere oltre un milione di euro (frutto dell’incasso del concerto). Una cifra anche superiore  (1,5 milioni di euro) è arrivata invece dagli sms, spediti in gran numero dagli spettatori televisivi, incollati su Rai Uno, dove “udite udite” è stata trasmesso lo spettacolo senza alcuna interruzione pubblicitaria.  Sul palco a presentare Fabrizio Frizzi, accompagnato sporadicamente dallo stesso Carletti, impegnato ad annunciare il risultato di questa gara di solidarietà.

Si inizia subito alla grande, con Zucchero Fornaciari e si prosegue senza soluzione di continuità fino all’una con i Nomadi. Nessun intoppo, solo brevi intermezzi di Frizzi, pronto a coprire il cambio palco ricordando il numero telefonico a cui devolvere i 2 euro dell’offerta.

Ogni artista propone un paio di brani e, in alcuni casi, propone duetti interessanti. E’ il caso di Francesco Guccini che canta con Caterina Caselli, di Gaetano Curreri degli Stadio che si esibisce con Gianni Morandi e di Cesare Cremonini che si abbina con Laura Pausini proponendo un omaggio a Lucio Dalla e al suo L’anno che verrà. Non sono mancate le sorprese, quali l’esibizione di Raffaella Carrà, pronta a scatenarsi sul palco con il suo “Rumore”. Tra gli altri ospiti c’è da segnalare anche Alberto Tomba, che ha salutato il pubblico in compagnia del suo erede sciistico, Giuliano Razzoli. Breve e sentito il discorso di Vasco Errani. Il presidente della Regione Emilia, ha arringato chiedendo aiuto e non elemosina, pretendendo il giusto e non un euro in più di quanto necessario.

Tra i momenti più belli ricordiamo il monologo di Alessandro Bergonzoni, che ha letto un elogio alla terra. Tra quelli più imbarazzanti i fischi all’indirizzo di papa Benedetto XVI, quando Frizzi ha annunciato l’imminente visita del pontefice alle zone terremotate.

Dopo quasi 5 ore di show, il pubblico è andato a casa soddisfatto, felice di aver trascorso una serata diversa, potendo fare del bene.

Concludiamo citando l’organizzazione, curata dalla Rai, dall’agenzia Open Gate e da Studio’s di Modena.

Questa la scaletta: Zucchero – Il suono della domenica; Zucchero – Per colpa di chi; Francesco Guccini – Il vecchio e il bambino; Francesco Guccini & Caterina Caselli – Per fare un uomo; Caterina Caselli – Insieme  a te non ci sto più; Ligabue – Il giorno di dolore che uno ha; Ligabue – Il meglio deve ancora venire; Raffaella Carrà – Rumore; Nomadi – Io voglio vivere; Nomadi – Io vagabondo; Alessandro Bergonzoni – Lettera alla terra; Stadio – Sorprendimi; Stadio e Gianni Morandi – Chiedi chi erano i Beatles; Stadio e Gianni Morandi – Piazza Grande; Nek – Lascia che io sia; Nek – E da qui; Alberto Tomba e Giuliano Razzoli; Samuele Bersani – Giudizi universali; Samuele Bersani – Chicco e Spillo; Vasco Errani e Beppe Carletti; Paolo Belli – Un giorno migliore; Paolo Belli – Noi cantiamo ancora; Fabrizio Frizzi (Poesia di Michele Serra);  Luca Carboni – Silvia lo sai; Luca Carboni – Mi ami davvero; Luca Carboni – Mare mare; Cesare Cremonini – Mondo; Cesare Cremonini & Laura Pausini – L’anno che verrà; Andrea Mingardi – Con un amico vicino; Andrea Mingardi – With a little help from my friends; Andrea Mingardi – E’ la musica; Andrea Griminelli – Ave Maria; Modena City Ramblers con Cisco – ¡Viva la vida!; Modena City Ramblers con Cisco – I cento passi; Nomadi – Dio è morto.

Redazione

Redazione

Tutto si integra nell’eterno ritorno: ciò lo sanno gli umoristi, i santi e gli innocenti. -Pier Paolo Pasolini

One Comment

  1. 5 luglio 2012

    Caterina Caselli è sempre stata attenta alla sua gente, così come ai giovani. Tant’è che con la sua etichetta discografica, la Sugar, ha indetto un concorso per inserire i giovani talenti musicali nell’industria, appunto, della musica. Info sul sito ufficiale delle Messaggerie Musicali: http://messaggeriemusicali.sugarmusic.com/it/home-page

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *