Piazza del Plebiscito esplode per Ligabue

image_pdfimage_print

testo e foto: Serena De Angelis

Quella di Napoli era la data più attesa, nella splendida cornice di Piazza del Plebiscito.

Il rocker emiliano, amatissimo dal suo pubblico, ha cominciato già dal primo pomeriggio a ricambiare l’affetto dei fan, presenziando all’incontro organizzato dall’Università Federico II di Napoli.  Tenutosi presso l’Aula Coviello, l’incontro intitolato “I linguaggi della Creatività”, ha avuto come tema centrale la creatività e le sue forme di linguaggio, in ogni espressione artistica.  Il cantautore, è risaputo, ha dato sfogo nella sua carriera a molteplici forme artistiche: dalla lettura alla scrittura cinematografica, e ovviamente, la musica.

Poi, tutti in Piazza per l’attesissimo concerto, quello di Napoli, data di chiusura del “Sotto Bombardamento – Rock in 2012 Tour”.  Organizzato e prodotto da F&P Group e Riversarossa, il tour 2012 è esplosivo: 5 grandi concerti in palchi italiani e internazionali, dalla Royal Albert Hall di Londra alla Piazza Grande a Locarno.  Nonostante fosse stato previsto un periodo di stop, un anno sabbatico, grazie al suo manager e grande amico Claudio Maioli, Ligabue ha deliziato il suo pubblico anche quest’anno.  Volevano prendersi un po’ di tempo, per pensare al futuro, per ragionare su quella che è una grande carriera, poi, come dicono loro stessi, sono arrivate le proposte di Londra e Napoli, hanno aggiunto anche le date di Taormina, Locarno e Cividale del Friuli.

Sul palco ad accompagnarlo in queste date l’immancabile Federico Poggipollini alla chitarra, Kaveh Rastegar al basso, Michele Urbano alla batteria, Josè Fiorilli e Luciano Luisi alle tastiere e Niccolò Bossini alla chitarra.
Con il live di ieri sera di Piazza del Plebiscito dunque si conclude il “Sotto Bombardamento – Rock in 2012 Tour”: forse anche questo il motivo complice della magia di quello che è stato un concerto memorabile.  In migliaia hanno affollato la piazza fin dal mattino, e finalmente alle ore 21 Luciano entra sul palco e la Piazza esplode sulle note di “Sotto Bombardamento”.

In scaletta tutti i suoi grandi successi, la piazza è gremita: è uno spettacolo impressionante.  “Niente Paura..”: sembra dirlo alla città stessa.  Una città piena di giovani, che si meritano questo spettacolo e si meriterebbero tanto altro.

Tra i bis anche “O surdato ‘nnammurato”, un omaggio a quel calore e quella gioia che è entrata nei cuori di tutti ieri sera.

Lo stesso Liga aveva annunciato che queste date sarebbero state essenziali, puramente rock: “molto rock e con pochi fronzoli”.  E così è stato.  Grazie Liga, ora attendiamo il prossimo lavoro, nel 2013.

Redazione

Redazione

Tutto si integra nell’eterno ritorno: ciò lo sanno gli umoristi, i santi e gli innocenti. -Pier Paolo Pasolini

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *