‘La città aromatica’ omaggia la danza

image_pdfimage_print

Non poteva, certo, mancare la danza nel programma de La città aromatica. Artisti che si trovano d’accordo, realizzato con la direzione artistica di Mauro Pagani. Il secondo spettacolo, ad ingresso gratuito, in programma per il prossimo 29 agosto nella splendida cornice di Piazza S. Francesco a Siena, sarà, infatti, un vero e proprio omaggio al linguaggio del corpo. Sul palcoscenico due realtà affermate nel panorama nazionale, e non solo, per proporre inserti tratti dal loro ricco repertorio.

La serata inizierà alle ore 21,15 con MU:TA, lo spettacolo della Compagnia Francesca Selva, di ritorno dal Fringe Festival di Edimburgo dove la sua produzione è stata indicata come la migliore ad uno degli appuntamenti più di rilievo nel mondo. Trentadue minuti di spettacolo per far conoscere uno dei tempi più profondi ed analizzati dell’umanità: la trasformazione, nel corpo e nell’anima, che un uomo può affrontare durante la sua vita. Ma anche oltre. <<Nascere, morire, distruggere, ricostruire – come afferma la coreografa Selva  – >>, per poi domandarsi: << chi sei, dunque, alla fine?>>.

Ad interpretare questo difficile concetto-ragionamento, Laiza Pucci, in  una coproduzione del Consorzio Coreografi Danza d’Autore con il progetto artistico sostenuto dal Ministero per i beni e le Attività Culturali. Soggetto e messa in scena a firma di Marcello Valassina. Audio-recorder Valerio Pasquini.

Il movimento armonico dentro all’universalità dell’espressione della danza per emozionare continuerà con lo spettacolo presentato da Motus, che, subito dopo l’appuntamento con La Città Aromatica, partirà per un importante tour a Singapore, dove la Compagnia ha ricevuto la residenza artistica. Per la rappresentazione senese le coreografie di Simona Cieri, soggetto e sceneggiatura della sorella Rosanna, daranno vita a CRASH. Una lettura senza sconti sulla poca attenzione riservata ai centri propulsori di cultura del nostro Paese. <<Senza le città d’arte, l’opera lirica, il teatro, che ne sarà dell’Italia?>>. A dar vita a questa domanda e alle possibili conseguenze  il corpo di ballo composto da: Veronica Abate, Martina Agricoli, Andrè Alma, Maurizio Cannalire, Simona Gori e Simona Cieri.

Uno spettacolo, dunque, con due anime, quello proposto per questa dodicesima edizione de La città aromatica, in grado di portare all’attenzione di pubblici diversi ambiti artistici dove le professionalità riescono a caricare di fascinazione ogni espressione che il ballo può offrire.

Redazione

Redazione

Tutto si integra nell’eterno ritorno: ciò lo sanno gli umoristi, i santi e gli innocenti. -Pier Paolo Pasolini

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *