World Water Week a Stoccolma

image_pdfimage_print

Dal 5 all’11 settembre a Stoccolma si svolgerà la Settimana mondiale dedicata alla sostenibilità dell’acqua con seminari e incontri che approfondiscono il tema.  Il summit così come dichiarato dall’Unesco, che ospita il Programma di valutazione delle risorse idriche mondiali dell’Onu – “vuole definire questioni chiave e punti di discussione” legati al tema dell’edizione 2010, che e’ ‘Le sfide relative alla qualità dell’acqua – Prevenzione, adeguato utilizzo e riduzione‘. L’evento, organizzato dallo Stockholm International Water Institute (Siwi), ha radunato esperti, tecnici, politici, opinionisti e leader da tutto il mondo. e si proporrà di “approfondire la conoscenza, stimolare idee e coinvolgere la comunita’ dell’acqua nelle sfide relative alla qualità di questa risorsa”.

Tra i seminari in programma in evidenza quello su ‘La capacita’ delle Nazioni unite di sviluppo idrico e gestione dell’inquinamento nelle aree costiere’, in programma domenica, ‘La gestione idrica urbana: problemi e priorità”, in programma martedì, e ‘La siccità che mette a rischio gli obiettivi del Millennio’, organizzato per l’8 settembre.

Al centro dei dibattiti sull ‘oro blu‘, la Settimana mondiale dell’acqua si concentrerà anche su una pianificazione di obiettivi a lungo termine, per il periodo 2009-2012 , tenendo presente i cambiamenti climatici in atto.  Verranno poste all’attenzione delle discussioni anche le questioni legate all’accesso all’acqua per uso comune, la qualità dell’acqua, sicurezza alimentare mondiale.

Significativo il dato fornito da Wwf durante la ‘World water week’ del 2008, “ogni italiano usa in media 215 litri di acqua reale al giorno, per bere e per lavarsi, ma il consumo e’ 30 volte superiore se consideriamo anche l’acqua virtuale impiegata per produrre ciò che mangiamo e indossiamo”. In totale, “fanno piu’ di 6.500 litri a testa, ogni giorno”. Il valore “più alto al mondo dopo quello degli Stati Uniti”. Non solo: nel 2008 risulto’ che l’Italia era il quinto importatore d’acqua del pianeta. Se consideriamo il problema della scarsità d’acqua con cui già oggi dobbiamo fare i conti e la previsione di crescita della popolazione mondiale che dovrebbe raggiungere 9 miliardi di individui nel 2040, la preoccupazione pare più che giustificata.

Per maggiori info:

www.worldwaterweek.org/

Anna Esposito

Partenopea, agnostica, grafomane appassionata di politica e di buon vino. Non correggo il caffè. Direttore editoriale di Itali@Magazine.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *