Dimmi come dormi e ti dirò chi sei: la posizione fetale

image_pdfimage_print

di Alessandro Ferrari

La posizione preferita in cui ti addormenti può svelare molto del tuo carattere.

Quando si dorme non è possibile avere alcun controllo cosciente sul nostro corpo e l’inconscio influenza liberamente la posizione che assumiamo, rivelando alcuni tratti del nostro carattere

Ci sono essenzialmente sei posizioni differenti in cui le persone si addormentano e ognuna di queste posizioni può dirci molto a proposito dei nostri tratti caratteriali.

Le sei posizioni sono:

  • La posizione “fetale”Posizione Fetale2 (Posizione Fetale) Dimmi come dormi e ti dirò chi sei!!
  • La posizione allungata a “tronco”
  • La posizione “semifetale”
  • La posizione “supina” detta anche “del soldato”
  • La posizione a “caduta libera”
  • La posizione a “Stella”

Partiamo oggi con la analisi di chi dorme in  “Posizione fetale

Chi assume questa postura tende ad addormentarsi in posizione rannicchiata, sollevando e piegando le ginocchia stringendo il cuscino a sè.

Spesso chi dorme in questo modo avvolge a bozzolo le coperte o le lenzuola oppure è capace di tirarle fin sopra la testa anche quando fa caldo.

La posizione fetale è la posizione preferita dalla maggioranza delle persone.

Si calcola che il 40% degli individui prediliga dormire in questo modo, che rimanda alla nostalgia per il grembo materno e manifesta un’esigenza di raccogliersi in una sorta di guscio o bozzolo che ci isoli dalle difficoltà del mondo che ci circonda.

Chi preferisce questa posizione nel sonno ha la propensione a regredire nel mondo dell’infanzia, quando dorme. Segno insomma di una personalità un po’ fragile, dal punto di vista emotivo, e insicura. Che sente la necessità di protezione e può essere maggiormente esposto a incubi notturni.

Il Linguaggio del corpo svela tantissime cose sul carattere delle persone perchè l’inconscio non mente.

Il prossimo post sarà dedicato alla posizione allungata a “Tronco”

Se vuoi saperne di più clicca su questi link:

Redazione

Redazione

Tutto si integra nell’eterno ritorno: ciò lo sanno gli umoristi, i santi e gli innocenti. -Pier Paolo Pasolini

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *