Il Cantico delle creature al Parco Ferrari di Modena

image_pdfimage_print

E’ l’incontro tra due anime a caratterizzare “Il Cantico delle creature” di Alessia Bellofatto, preziosa rilettura dell’opera di San Francesco affidata allo sguardo di una sedicenne, strappata alla vita troppo presto. Il volume (La piccola Cometa, iniziative editoriali, Avellino, 2011) sarà presentato mercoledì 12 settembre 2012 al Parco Ferrari di Modena. Il libro curato dal giornalista e illustratore del Corriere della Sera Salvatore Mattozzi è stato finora accolto con entusiasmo nelle diverse manifestazioni a cui ha partecipato. Alessia aveva realizzato queste quattordici tavole all’età di undici anni, un talento artistico unico e personale. Il sogno di Alessia era diventare una scrittrice, illustratrice e per questo a partire dal 2006 aveva dato inizio alla pubblicazione di calendari tematici e il cui ricavato è stato sempre devoluto alla ricerca nelle gravi malattie dell’infanzia ed a iniziative di solidarietà. Il percorso artistico e solidale di Alessia continua, oggi, con l’associazione a lei dedicata , la piccola cometa della solidarietà.

Il libro, 50 pagine a colori, copertina cartonata e plastificata formato 21 x 30 cm. è un’opera bellissima, oltre che per il contenuto anche per l’ elegante rifinitura.
Per l’occasione il ricavato della vendita del libro sarà devoluto a favore della scuole del Comune di San Felice sul Panaro duramente colpito dal terremoto .
Alessia Bellofatto aveva appena 16 anni quando è scomparsa, frequentava il terzo anno del Liceo d’Arte. Il suo curriculum è il risultato di un passaggio terreno che solo gli artisti veri riescono a realizzare. Nel 2002 ha pubblicato una piccola plaquette di poesie e filastrocche, un’opera perfettamente calibrata con richiami lirici poggiati sull’universo dell’arte. Una lirica estremamente caratterizzata da un timbro fortemente esistenziale. Mentre nel 2006 la Nostra realizza 14 tavole, disegnando il “Cantico delle Creature” di San Francesco d’Assisi un omaggio spirituale ricercato e curato nei minimi particolari. In seguito pubblicherà il suo primo calendario, che consegue un grande successo arricchito da immagini vere. Alessia Bellofatto partecipa a vari concorsi di poesia ottenendo consensi e premi e prende parte a tutte le edizioni dell’iniziativa “Cento metri di Tela e di solidarietà”, organizzata dal centro di Riabilitazione Australiano di Avellino. Realizza, sempre nel 2006 organizza la personale dei suoi lavori ad Avellino, nella sala della Scuola Media “Parini” di Baiano. Nel 2007 vince il primo premio per la poesia “La Pace” al concorso di poesia “Sfumature di Donne”, curata dall’associazione Amore & Psiche.
Mentre nel 2008 realizza il calendario Abbà, illustrazioni di episodi della Bibbia, ottenendo l’approvazione e il riconoscimento del Presidente della Camera con medaglia rappresentativa. Nel 2009 realizza “Lo zoo di Alessia” un calendario dedicato agli animali e all’ambiente, filtrati attraverso un imbuto di un tempo quasi infinito.
Inoltre, conia le mascotte per la pubblicità della raccolta differenziata in Irpinia; è premiata al concorso “Goccia Blu” promosso dall’Alto Calore. Il 27 novembre del 2009 partecipa con le sue opere a “Immagina 2009” arte fiera, di Reggio Emilia, presentando il Calendario Mitos 2010, illustrazioni di episodi della mitologia greca. L’arte di Alessia è un mosaico che resterà
sempre in vita con la scintilla feconda delle parole e delle immagini. Entrambe belle, entrambe incise per sempre sulla tela della vita.

Redazione

Redazione

Tutto si integra nell’eterno ritorno: ciò lo sanno gli umoristi, i santi e gli innocenti. -Pier Paolo Pasolini

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *