Il Blue Note apre alla canzone d’autore con Marco Massa

image_pdfimage_print
Foto e testo di Angela Bartolo

La serata inizia con Renato Sellani, preludio di piano solo, che un pubblico attento quanto numeroso, ascolta in religioso silenzio, per poi esplodere in un calorosa ovazione. Un omaggio che il maestro ha voluto offrire al suo pupillo in occasione di questa serata.

Marco Massa, raffinato cantautore, approda al Blue Note, dopo una un’intensa stagione, con un trio jazzistico d’eccellenza formato da Luca Clabrese, Caterina Palizzi, Francesco D’Auria e numerosi ospiti, tra i quali il pianista Renato Sellani e il cantautore Francesco Baccini.

Nell’ottobre del 2011 Marco Massa vince il premio Sergio Endrigo con il brano “cara Milano”, una vera e propria dichiarazione d’amore perla sua città di adozione alla quale il cantautore si sente di appartenere nonostante le le sue radici siano altrove.

Mentre nel 1999 con il brano “come un Tuareg” ha vinto il premio Recanati.

Dopo una lunga esperienza live e numerose collaborazioni in ambiti musicali diversi, con Franco Cerri, Nenè Ribeiro, Tullio De Piscopo e molti altri, si è posto all’attenzione della critica con il cd “Nelle Migliori Famiglie” nel 2009 e recentemente, ha pubblicato il nuovo cd “Io Sono Freak”.

Serata inusuale per il Blue Note, la sensazione è stata di ritrovarsi tra amici per il piacere puro di fare della musica, viverla, respirarla goderla fino in fondo come quando c’era il Capolinea, ma questa è un’altra storia…

Redazione

Redazione

Tutto si integra nell’eterno ritorno: ciò lo sanno gli umoristi, i santi e gli innocenti. -Pier Paolo Pasolini

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *