Grande musica al concerto di Elio e le Storie Tese

image_pdfimage_print

Foto e testo di Vincenzo Nicolello

MONCALIERI (TORINO) – In attesa che l’autunno diventi realtà anche dal punto di vista astrale, la lunga estate dei concerti sta vivendo a Moncalieri un bellissimo colpo di coda. Il festival Ritmika, organizzato dal Comune, in collaborazione con il centro commerciale 45° Nord.

Nel breve volgere di 15 giorni sono proposti 5 concerti di grande livello: Cristina D’Avena e Gem Boy, Sud Sound System, Elio e le Storie Tese, Ritmika for Emilia ed Emma. Tutti gli spettacoli sono ad ingresso gratuito.

Lo scorso 18 settembre abbiamo assistito alla performance di Elio e le Storie Tese. Il gruppo milanese, guidato da Stefano Belisari e Rocco Tanica ha girato la penisola in lungo e in largo, con il suo “Enlarge your penis tour” e proprio al termine di questo viaggio tricolore è approdato nel torinese, raccogliendo ameno 5 mila spettatori entusiasti.

Lo show ha preso il via intorno alle 22 e per due ore è stato possibile assistere ad uno spettacolo di grande musica (la band è formata da musicisti di altissimo livello), gag esilaranti e incursioni del “genio guastatore” Mangoni.

La scaletta non ha proposto alcuni dei cavalli di battaglia del gruppo, che ha privilegiato pezzi meno noti. Elio è partito subito forte con il suo John Holmes per poi presentare in ordine sparso brani che hanno percorso i 30 anni di carriera. Tra le “new entry” anche Enlarge your penis, scritto per celebrare l’aspetto voyeristico di internet.

Nel complesso abbiamo assistito ad uno show equilibrato, complessivamente più godibile, di quello che in primavera era stato presentato a Torino, proprio all’inizio del tour.

Fil rouge tra i due show è la bellissima voce di Paola Folli, unica presenza femminile nell’ambito di un gruppo storicamente propenso a snobbare il gentil sesso (Cara ti amo?).

Tra serio e faceto non sono mancate le frecciate al mondo della politica e della società: in fondo anche chi per professione ha scelto di proporre un filone demenziale, con il sorriso sulle labbra può mandare messaggi importanti e nemmeno troppo velati.

La scaletta:

John Holmes (una vita per il cinema), Burattino senza fichi, Gargaroz , Homosexuality / (You Make Me Feel Like) A Natural Woman / Omosessualità , Philippino Rock, Heavy Samba, Come Gli Area, Enlarge Your Penis, Abbecedario,  Parco Sempione, Il rock and roll, La bella canzone di una volta (versione disco 70’s), Discomusic, Evviva/La Visione, Born To Be Abramo. Bis Saturday Night’s All Right for Fighting [cover Elton John], Tapparella.

Redazione

Redazione

Tutto si integra nell’eterno ritorno: ciò lo sanno gli umoristi, i santi e gli innocenti. -Pier Paolo Pasolini

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *