In quale bio-banca conservare il cordone ombelicale?

image_pdfimage_print

Nella vita di ognuno di noi ci sono momenti unici e irripetibili. La nascita di un figlio rappresenta sicuramente uno di questi: diventare genitori è un’esperienza che cambia completamente le prospettive di una coppia.

Nel periodo di attesa dovranno essere prese molte decisioni che riguardano il futuro dei figli. La scelta di una banca che si occupa di conservazione del cordone ombelicale è una di queste.

Per una corretta conservazione delle cellule staminali cordonali, infatti, è importante che ogni piccolo passo sia eseguito nel modo più professionale possibile. Al momento della nascita, personale ostetrico altamente qualificato preleverà il sangue cordonale senza nessun rischio o dolore per la madre e  il bambino. Il campione raccolto verrà poi sottoposto ad analisi e miscelato con una soluzione crioprotettiva.

Una volta isolato il campione da conservare, esso sarà inserito in speciali freezer capaci di mantenere una temperatura di – 196°, detti bio-containers. Queste apparecchiature sono anche dotate di sistemi di allarme per individuare eventuali variazioni di temperatura che potrebbero compromettere la vitalità e la capacità riproduttiva delle cellule. Recenti studi scientifici hanno infatti rivelato che, se ben conservate, le cellule staminali mantengono inalterate le loro proprietà per oltre 20 anni (1;2).

Come abbiamo visto, la raccolta delle staminali cordonali può essere effettuata solo alla nascita. Questo rende ancora più rilevante la scelta della bio-banca a cui affidare il tanto delicato compito della conservazione.

Di seguito, alcuni criteri che possono aiutare le famiglie nella scelta della struttura:

  • Numero di trapianti e di campioni conservati: più elevato sarà tale numero, maggiore l’esperienza e la solidità della bio-banca.
  • Possesso della certificazione GMP: Good Manufacturing Practice, certificazione internazionale di riferimento per le cellule staminali
  • Autorevolezza della Direzione Scientifica: nomi di rilievo nel panorama scientifico internazionale, quantità e qualità delle pubblicazioni dei membri.
  • Contratto di diritto italiano: offre un maggior livello di tutela giuridica per le famiglie italiane
  • Subentro della Bio-banca: tutela la famiglia in caso di insolvenza della società affiliata Italiana
  • Copertura assicurativa: garantisce continuità nella conservazione anche in caso di problemi della bio-banca
  • Servizio Continuo: garantisce in ogni momento la raccolta del campione dopo il parto
  • Assistenza domiciliare: consulenza diretta alle famiglie nell’espletamento delle pratiche burocratiche
  • Diritto di recesso: possibilità di annullare la conservazione in caso di scarsa qualità del campione

Un alto livello di consapevolezza su tutti questi punti aiuterà sicuramente i genitori nella scelta della bio-banca che meglio soddisfa le loro esigenze.

La qualità della conservazione delle cellule staminali cordonali non può essere sottovalutata. Si tratta del futuro dei figli e delle famiglie che intraprendono questo percorso.

Per ulteriori informazioni: www.sorgente.com

 

Bibliografia

1. Broxmeyer HE: Cord blood hematopoietic stem cell transplantation

In StemBook Community TSCR, Ed., May 26, 2010

2. Broxmeyer HE, Lee MR, Hangoc G, Cooper S, Prasain N, Kim YJ, Mallett C, Ye Z, Witting S, Cornetta K, Cheng L, Yoder MC: Hematopoietic stem/progenitor cells, generation of induced pluripotent stem cells, and isolation of endothelial progenitors from 21- to 23.5-year cryopreserved cord blood. Blood 117:4773-4777

A cura di: Ufficio Stampa Sorgente

 

Redazione

Redazione

Tutto si integra nell’eterno ritorno: ciò lo sanno gli umoristi, i santi e gli innocenti. -Pier Paolo Pasolini

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *