X Factor: che lo spettacolo abbia inizio!

image_pdfimage_print

di Lorenzo Cappiello

La musica è cambiata, la squadra invece no. Cattelan alla conduzione, Ventura, Arisa, Elio e Morgan alla giuria. Dodici candidati alla vittoria. Un solo obiettivo: cercare la nuova voce italiana. Tutto questo è “X Factor”, il talent show, firmato per il secondo anno consecutivo, da Sky (Uno).
Ebbene sì. Dopo lo straordinario successo dell’anno scorso e dopo aver scoperto una delle più belle voci italiane, Francesca Michielin, “X Factor” è tornato più forte che mai.
Ospite della prima puntata, oltre la vincitrice della quinta edizione, Robbie Williams, che, dopo la sua esibizione iniziale, ha aiutato il conduttore, sempre più sciolto e più professionale, Alessandro Cattelan, a presentare uno ad uno i giudici, saliti sul palco come delle vere star internazionali e con look davvero molto strani: Elio con un’alta cresta in testa; Morgan con un scialletto di piume e unghie nere; Simona Ventura in nero e oro; e, infine, Arisa tutta nera lineare, in controtendenza.
Sicuramente un vero e proprio spettacolo con una scenografia da grande evento televisivo, con dodici nuovi talenti davvero molto interessanti ed originali e con una maggiore interattività. Infatti, da quest’anno, per la prima volta in Italia, si è potuto e si potrà votare anche attraverso Twitter e si è potuto e si potrà ascoltare, al secondo canale audio di Sky, il divertente commento de La Pina e di Diego Passoni.
Che dire. Senza alcun dubbio, la Rai rimpiangerà di aver “donato” alla televisione di Murdoch un format forte come “X Factor” e si morderà le dita per il successo che ha registrato già nella prima puntata: oltre 800mila telespettatori con (quasi) il 3% di share.
Un grandissimo risultato. Senza precedenti.


Redazione

Redazione

Tutto si integra nell’eterno ritorno: ciò lo sanno gli umoristi, i santi e gli innocenti. -Pier Paolo Pasolini

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *