Entra nel vivo la diciottesima edizione del MedFilm Festival

image_pdfimage_print

Entra nel vivo la diciottesima edizione del MedFilm Festival, la  più antica kermesse cinematografica della Capitale, fondata e diretta da Ginella Vocca, che si tiene fino al 28 ottobre a Roma, tra Casa del Cinema, Auditorium Conciliazione e Istituto Cervantes e che rinnova l’appuntamento con i protagonisti del Cinema del Mediterraneo.

Il programma di martedì 23 ottobre,  prevede alla Casa del Cinema, in sala Deluxe alle ore 14:00, il lungometraggio in concorso Parada (The parade), Premio del Pubblico al Festival di Berlino, di Srdjan Dragojevic (già regista di lungometraggi di successo quali We Are Not Angels e St. George Shoots the Dragon), che in sala Volontè, alle ore 18:30, incontrerà il pubblico. Il film racconta di Limun, un eroe di guerra, diventato un potente delinquente di strada. Per una rocambolesca serie di coincidenze, accetta di scortare il Gay Pride di Belgrado organizzato dagli attivisti Mirko e Radmilo, dopo il rifiuto della polizia. Alle ore 16:00, la città di Napoli è al centro della proiezione di Le cose belle, ultima opera dei registi Agostino Ferrente e Giovanni Piperno, già acclamati autori del doc L’Orchestra di Piazza Vittorio. Quattro vite a confronto nella Napoli piena di speranza del 1999 ed in quella paralizzata di oggi. La fatica di diventare adulti attraverso gli occhi di quattro ragazzi napoletani. Alle ore 18:00, l’evento speciale nella sezione Nuova Europa, con la proiezione di Sharing an Island, del cipriota Danae Stylianou, che sarà presente alla proiezione. Alle ore 20:00, l’israeliano Not in Tel Aviv, opera prima sceneggiata, diretta e interpretata da Nony Geffen, Premio Speciale della Giuria a Locarno 2012, che racconta di un insegnante di liceo che, licenziato al lavoro, rapisce un’alunna, uccide la madre e litiga con una star del cinema. Alle ore 22:00, il lungometraggio turco Beyond the hill, di Emin Alper, presentato nella sezione Forum del Festival di Berlino e vincitore del Caligari Film Prize e della Menzione Speciale della Giuria per l’Opera Prima.

Sempre alla Casa del Cinema, ma in sala Kodak, a partire dalle ore 16:30, la rassegna del concorso internazionale di cortometraggi per il Premio Methexis, selezionati da Alessandro Zoppo: tra questi, il cortometraggio prodotto dal Centro Sperimentale di Cinematografia, di Piero Messina, Terra, il viaggio segreto notturno di un uomo che ritorna a casa su una nave. Ma anche il corto rumeno Orizont, di Paul Negoescu, racconta si un pescatore che scompare misteriosamente nelle profondità del Mar Nero. Alle ore 18:30, sono di scena le proiezioni del Concorso Doc Open Eyes, con i titoli selezionati dal regista Gianfranco Pannone. Primo fra tutti, Half Revolution, che tratta delle proteste della Primavera Araba in Egitto, diretto da Omar Shargawi. Alle ore 20:30, il tunisino Ya Man Aach (It was better Tomorrow), di Hinde Boujemaa. Alle ore 22:30, chiude la serata di documentari, l’anglo-irlandese The reluctant Revolutionary, di Sean McAllister.

Presso l’Istituto Cervantes (Piazza Navona, 91), nell’ambito della rassegna Cine en Construcción, proiezione alle ore 20:30 del lungometraggio guatemaltecho Gasolina, di Julio Hernández Cordón.

Biglietti
CASA DEL CINEMA
SALA DELUXE INGRESSO  – 4 euro
SALA KODAK INGRESSO – 3 euro
ABBONAMENTO PER 15 INGRESSI  – 15 euro

INSTITUTO CERVANTES
INGRESSO LIBERO FINO AD ESAURIMENTO POSTI

Info
MedFilm festival
Via Mantova, 4 – 00198 Roma
tel. 06 85354814

info@medfilmfestival.org
www.medfilmfestival.org

Redazione

Redazione

Tutto si integra nell’eterno ritorno: ciò lo sanno gli umoristi, i santi e gli innocenti. -Pier Paolo Pasolini

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *