Fotoconcerto: Cranberries all’Auditorium Parco della Musica

image_pdfimage_print

testo e foto di Serena De Angelis

La band irlandese dei Cranberries aveva deciso di posticipare tutte le date estive del tour europeo che sarebbe dovuto iniziare il 18 giugno a Londra. La cantante e leader della band, Dolores O’Riordan aveva dichiarato: “Per motivi personali che preferirei mantenere privati, questo non è un buon momento per me per iniziare un tour. Chiedo scusa ai fan e prometto che i Cranberries saranno perfettamente in forma per i nuovi concerti”.

E così è stato: le attese non sono state disilluse.  Ieri sera, all’Auditorium Parco della Musica, un’energica Dolores ha regalato tutti i maggiori successi della band ai fan letteralmente impazziti che hanno invaso il sottopalco della sala Santa Cecilia, nonostante i tentativi della security di mantenere l’ordine.Ma questa è una band storica e oltretutto, sotto le paillettes, Dolores è rock.

I leggendari concerti tenuti in tutto il mondo e le indimenticabili occasioni in cui i Cranberries riscuotevano più successo delle band headliner che li ospitavano (tra cui gli Suede e altri astri nascenti del rock), contrassegnano la carriera del gruppo irlandese sin dagli esordi. Con “Zombie” si compie la transizione dai piccoli locali per musica dal vivo alle grandi arene del rock: spiccano la partecipazione a Woodstock II e il ‘secret concert’ di Washington, che richiama oltre 10.000 persone.  Dalla metà degli anni Novanta le esibizioni della band registrano ormai con regolarità il tutto esaurito in tutto il mondo.  Il gruppo simbolo degli anni ’90, i CRANBERRIES, gli irlandesi di Zombie e Promises, dopo tante riunioni, scioglimenti e separazioni consensuali, sono tornati. Dolores O’Riordan, Noel Hogan, Mike Hogan e Fergal Lawler, tornati insieme per un reunion tour nel 2010, dopo lo scioglimento del 2003 e dopo una pausa discografica di ben 10 anni, hanno pubblicato il nuovo album, “Roses” e si ritrovano finalmente insieme sui palchi europei.

Redazione

Redazione

Tutto si integra nell’eterno ritorno: ciò lo sanno gli umoristi, i santi e gli innocenti. -Pier Paolo Pasolini

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *