Ginger & Rosa al Torino Film Festival

image_pdfimage_print

di Lorenzo Cappiello

Sarà Ginger & Rosa di Sally Potter a chiudere il 1° dicembre prossimo il Torino Film Festival. Durante la serata finale della kermesse cinematografica, infatti, sarà proiettato, in anteprima per l’Italia, il nuovo lungometraggio della regista inglese, che torna ad occuparsi degli anni della sua adolescenza con un’intensità vitale e partecipe.
Proprio così. Difatti, il suo nuovo film racconta la storia di due amiche, Ginger e Rosa, nate il giorno della bomba di Hiroshima e cresciute inseparabili nella Londra degli anni sessanta, che si confrontano su diversi e contemporanei argomenti, dalla politica alle marce antinucleari, dal sesso alla religione e che, a causa di una crisi affettiva, rischiano di dividersi.
Elle Fanning e Alice Enghert, circondate da un supporting cast eccellente (Christina Hendricks, Alessandro Nivola,
Annette Bening), trasmettono energia e dubbi nella bella storia di maturazione e inquietudini e rappresentano un periodo della vita non solo pieno di difficoltà, ma anche di felicità e di scoperte. Una storia intensa, ironica e vitale.
Ma non solo. Nella serata finale del Festival, oltre alla proiezione del film, saranno presenti per discutere e per presentare il lungometraggio la regista in persona, Sally Potter, e la madrina della serata, Ambra Angiolini, e sarà anche premiato con il Gran Premio Torino il regista italiano, Ettore Scola, per l’attenzione ironica e pietosa con cui per quarant’anni ha tratteggiato con il suo cinema l’affresco culturale e sociale del nostro paese.
Che dire. Dopo un inizio scoppiettante con Quartet di Dustin Hoffman e con l’attrice, Claudia Gerini, la trentesima edizione si concluderà sicuramente alla grande.

 

Redazione

Redazione

Tutto si integra nell’eterno ritorno: ciò lo sanno gli umoristi, i santi e gli innocenti. -Pier Paolo Pasolini

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *