Presentato a Roma il musical La Bella e la Bestia.

image_pdfimage_print

di Stefania Taruffi

Si è tenuta ieri sera a Roma, nella suggestiva cornice dei Giardini di Palazzo Brancaccio, la presentazione alla stampa dello spettacolo La Bella e la Bestia, che debutterà a Roma, nello storico Teatro Brancaccio, il 22 ottobre. Questa produzione rappresenta un intramontabile capolavoro del genere musical, allestito in maniera sontuosa e con grande profusione di mezzi e investimenti. Ieri sera un piccolo assaggio dello spettacolo, dato dai due protagonisti, interpretati da Arianna e Antonello Angiolillo, insieme ai magici oggetti animati dalla storia Lumiere (il candelabro), Din Don (l’orologio), Mrs Brick (la teiera), la Saliera, la Pepiera e il Tappeto. Din Don, responsabile del castello, ha condotto la serata.
La Bella e la Bestia è stato portato sul palco dalla Stage Entertainment, la multinazionale olandese fondata da Joop Van de Ende, che ha rivoluzionato il mercato europeo del live entertainment unendo la passione per il teatro agli ingredienti fondamentali per il successo in questo settore: creatività, professionalità e competenze manageriali. Lo sottolinea l’Amministratore Delegato di Stage Entertainment Italy, Barbara Salabè, proveniente da Milano, dove la celebre fiaba di Disney, la Bella e la Bestia è andata in scena al Teatro Nazionale, fino a maggio 2010, con enorme successo di pubblico: 290 mila biglietti venduti. La Salabè si dichiara fiera che questa produzione avvicinerà anche la capitale d’Italia a New York (dove a Broadway il musical è andato in scena per ben 12 anni) e Londra, le patrie dei musical a lunga durata più applauditi nel mondo, ma anche a Madrid e Parigi. “Il Teatro Brancaccio è un teatro storico di Roma e noi siamo molto orgogliosi di poter portare lì questo nostro spettacolo” spiega la Salabè”, “perché è un teatro molto grande (1300 posti ndr), che ha avuto un destino alterno e per ridargli un po’ di vita, pensiamo che la Bella e la Bestia sia lo spettacolo adatto. Abbiamo fatto un investimento interessante nella parte tecnologica del Teatro Brancaccio in quanto gli spettacoli di questo tipo, richiedono una grande tecnologia. L’apparato tecnico è imponente, per esempio abbiamo cambi di scena ogni 7 minuti con 33 artisti sul palco con 200 costumi e 10 scenografie per 34 cambi di scena”. Gli elementi di scena sul palco sono movimentati tramite un sofisticato sistema computerizzato dotato di tecnologia wireless ed è stata prevista una nuova tecnologia all’avanguardia nella torre scenica. Inoltre anche la facciata del teatro verrà ristrutturata per l’occasione. Un’operazione maestosa che è costata lo sforzo produttivo di 45 persone, un anno di preparazione e un investimento di 5 milioni di €. Prestigioso anche il team artistico che ha dato vita a questo capolavoro. Le musiche sono state composte da uno dei più celebri musicisti viventi: Alan Menken, vincitore di ben 8 premi Oskar, due dei quali proprio per la Bella e la Bestia. La Regia è di Glenn Casale. Protagonisti La Bella, Arianna, figlia d’arte ed enfant prodige e La Bestia, Antonello Angiolillo, già vincitore del premio Massimini nel 2001, come ‘miglior giovane attore di musical’, con importanti presenze nei musical italiani. Un’orchestra dal vivo e incredibili scenografie ed effetti speciali rendono questo musical una delle esperienze più emozionanti che si possano vivere a teatro. Finalmente anche Roma è rilanciata come capitale dell’ entertainment di alto livello, un investimento importante non solo nel Teatro Brancaccio, ma anche nella cultura e nell’immagine della Capitale, che in tal modo sarà proiettata in una dimensione più internazionale.

(I biglietti si possono acquistare sul sito www.labellaelabestia.it oppure al telefono chiamando l’800.44.88.00, sui siti internet oppure nei punti vendita Ticketone, Greenticket, Listicket, UNicredit, Vivaticket)

Stefania Taruffi

Stefania Taruffi

Laureata in Lingue, co-fondatrice di Itali@Magazine. "Fare cultura" è la sua passione.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *