Festival di Sanremo: la conferenza stampa

image_pdfimage_print

di Lorenzo Cappiello

Il Festival di Sanremo 2013 è ormai alle porte. E ovviamente, non poteva mancare, nemmeno quest’anno, la prima conferenza ufficiale (a sette giorni dalla partenza) della kermesse canora italiana più importante nel mondo.

“Condurre il Festival di Sanremo è un onore per chi come me lavora in Rai da quasi trent’anni”. Con queste parole, Fabio Fazio, presentatore della sessantatreesima edizione del Festival, ha inaugurato la conferenza stampa di questo pomeriggio e, assieme alla rappresentanza della Rai e del comune della città ligure, alla sua compagna di avventura, Luciana Littizzetto, e a numerosi giornalisti provenienti da tutta Italia, ha annunciato finalmente gli ospiti e le sorprese, davvero molto interessanti, di questa nuova e rinnovata edizione della kermesse canora.

I momenti del Festival di Sanremo. “Questo è un Festival fatto in casa: molto Rai e molto autoprodotto”, ha dichiarato, durante la conferenza stampa, il conduttore, confermando la partecipazione dei tre ospiti italiani supersanremesi: Toto Cutugno, i Ricchi e poveri e Albano.

Ma non solo. Nel corso dell’intera manifestazione canora ci saranno soprattutto tre momenti per celebrare la musica italiana e internazionale: un omaggio a Giuseppe Verdi nella prima sera (in occasione del bicentenario dalla nascita del grande compositore); la presenza del maestro, Daniel Barenboim, nella puntata del 14 febbraio (“sono onorato che uno dei più grandi intellettuali della musica abbia accettato di venire nel luogo più pop d’Italia”) e quella del direttore d’orchestra britannico, Daniel Harding, “a dimostrazione del fatto che un incontro tra musica “nobile” e musica popolare è possibile”.
La serata di venerdì, invece, sarà intitolata Sanremo Story e sarà dedicata alla storia del Festival, con protagoniste assolute le canzoni più famose dell’Ariston, la cui esecuzione sarà affidata ai cantanti in gara con duetti “inediti” e davvero molto particolari (Annalisa Scarrone, per esempio, duetterà con Emma Marrone; mentre i Marta sui tubi con Antonella Ruggero).

Gli ospiti delle cinque serate. Oltre ai tre “supersanremesi” (Albano, Toto Cotugno e i Ricchi e poveri), nel corso delle cinque lunghe serate, saliranno sul palco dell’Ariston anche altri artisti nazionali e internazionali. Tra le guest star confermate troviamo: Carla Bruni, che presenterà al pubblico italiano uno dei suoi nuovi brani del suo lavoro discografico di prossima uscita; Anthony (del gruppo, Anthony and the Johnsons), una delle migliori voci in assoluto; Caetano Veloso, che sarà accompagnato dal ballerino, Lutz Forster; Roberto Baggio per lasciare un segno positivo di speranza e di fiducia; Neri Marcorè e Claudio Bisio; e, infine, Beppe Fiorello, che presenterà in anteprima la fiction Rai su Domenico Modugno.

La giuria di qualità, i “proclamatori” e le vallette. Giudicheranno, fra gli altri, le canzoni in gara: il maestro, Nicola Piovani; l’etoile, Eleonora Abbagnato; l’enigmista, Stefano Bartezzaghi; il deejay, Claudio Coccoluto ; la conduttrice, Serena Dandini; lo scrittore, Paolo Giordano; la vedova di Pavarotti, Nicoletta Mantovani; il regista, Carlo Verdone; la pianista, Rita Marcotulli.

Mentre eleggeranno la canzone vincitrice tra le due presentate di ciascun campione in gara, diversi volti della televisione, del cinema e dello sport italiani. Tra questi troviamo: Marco Alemanno; Flavia Pennetta; Stefano Tempesti; Benedetta e Cristina Parodi ; Vincenzo Montella; Ilaria D’Amico; Valeria Bilello; Carlo Cracco; Max Biaggi ed Eleonora Pedron; Roberto Giacobbo; Elisa di Francisca, Arianna Errigo e Ilaria Salvatori; Jessica Rossi; Filippa Lagerbach.

Infine, spazio anche per due modelle che saranno le vallette per una notte del Festival di Sanremo 2013: Bar Refaeli durante la seconda serata, mentre Bianca Balti nell’ultima giornata.

Che dire. Di sicuro, si tratterà di un’edizione davvero molto speciale e molto convincente. Riuscirà Fabio & Company a rinnovare la kermesse canora italiana? E gli ascolti premieranno questa scelta artistica?

 

Redazione

Redazione

Tutto si integra nell’eterno ritorno: ciò lo sanno gli umoristi, i santi e gli innocenti. -Pier Paolo Pasolini

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *