Dalla General Electric arriva la turbina eolica ‘Brilliant’

image_pdfimage_print

di Lorenzo Tagliaferri

La ricerca per lo sviluppo di forme di approvvigionamento energetico sempre più efficienti si è arricchita, in questi giorni, di una nuova applicazione per quel che riguarda la produzione di energia eolica. L’azienda americana General Electric ha annunciato nei primi giorni di febbraio la messa in produzione della nuova turbina eolica 2.5-120, un modello che presenta parecchi vantaggi rispetto a quelli fin qui utilizzati. La 2.5-120 combina caratteristiche fondamentali che concorrono al risparmio e alla maggiore efficienza dei sistemi grazie ad un rotore di circa 120 metri e soprattutto grazie ai 139 metri di altezza che consentono il collocamento di parchi eolici anche in prossimità di zone ad alta intensità boschiva che spesso presentano luoghi come i territori del Canada e dell’Europa centrale. La GE ha evidenziato come la nuova turbina sia in grado di garantire un elevato livello di efficienza e di produzione di energia anche in condizioni di ventosità limitata e molto bassa, permettendo un incremento del 25% di efficienza e del 15% di capacità produttiva rispetto ai modelli precedenti, oltre a garantire la riduzione al minimo delle emissioni acustiche al fine di soddisfare la normativa a riguardo grazie all’ottimizzazione per gli standard internazionali IEC Classe III e DIBT WIZ2. A questo proposito la GE mette a disposizione due differenti applicazioni per 50 e per 60 Hz. La più grande innovazione, tuttavia, è quella di una produzione “intelligente” dell’energia, grazie allo sfruttamento di Industrial Internet che consente di facilitare la gestione delle intermittenze del vento, potendo così limitare gli effetti dell’imprevedibilità di Madre Natura, come dice Vic Abate, Vice Presidente della sezione energie rinnovabili di General Electric, che aggiunge: “Analizzando decine di migliaia di data point al secondo, la 2.5-120 integra l’energy storage ad algoritmi previsionali avanzati e, nello stesso tempo, comunica senza interruzioni con le turbine vicine, il personale della manutenzione e i clienti”. La prima installazione del nuovo modello di turbina eolica, 2.5-120, avverrà nel mese di Marzo in Olanda. Il futuro delle rinnovabili, grazie allo studio approfondito di nuovi sistemi di produzione ed immagazzinamento di energia, e soprattutto grazie all’avanguardia di aziende come General Electric, ha il vento in poppa.

Per saperne di più: http://www.ge.com/it/

 

 

Redazione

Redazione

Tutto si integra nell’eterno ritorno: ciò lo sanno gli umoristi, i santi e gli innocenti. -Pier Paolo Pasolini

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *