Viaggiare bene per vivere meglio

image_pdfimage_print

Di Marco Milano

Viaggiare bene per vivere meglio
Al via, dal 16 settembre, la settimana dedicata alla mobilità ecosostenibile.

“Travel Smarter, Live Better” – viaggia in modo più intelligente, vivi meglio – sarà lo slogan e il leit motiv dell’ edizione 2010 della Settimana Europea della Mobilità.
L’iniziativa, giunta alla sua nona edizione, intende valorizzare il principio di eco sostenibilità – la capacità cioè di modificare le risorse in maniera ciclica, per non alterare gli equilibri terrestri – a livello di trasporti urbani. Dopo più di dieci anni dalla sua istituzione in termini ‘progettuali’, la settimana ha parzialmente mutato la sua immagine, senza venir meno al suo spirito iniziale. Risale al 1998 in Francia, infatti,  l’aspirazione di creare una giornata che limitasse il traffico dei veicoli privati in una o più strade, incoraggiando la partecipazione delle città, con il motto In town, without my car! (In città senza la mia auto). Nel 2002, poi, il progetto ha preso forma in una campagna di sensibilizzazione più vasta, per sostenere e diffondere modelli eco-friendly di mobilità urbana in un periodo di tempo prolungato, con il nome ufficiale di European Mobility Week, appunto.
Dal 16 al 22 settembre, le città e istituzioni aderenti all’iniziativa, potranno mostrare i loro contributi, le politiche e le migliori pratiche riguardo la mobilità sostenibile, con diversi strumenti di comunicazione. L’obiettivo è al contempo incoraggiare l’opinione pubblica sulla necessità di limitare l’inquinamento urbano, con azioni concrete, e evitare che le attività di sensibilizzazione si riducano ad un semplice contrasto allo smog e al rumore. La settimana, organizzata dal Consorzio di Associazioni Eurocities, Energie-Cités e Climate Alliance, vuole infatti insistere sull’importanza di una scelta comune e condivisa di una mobilità alternativa come strumento per raggiungere una migliore qualità della vita urbana.
L’edizione di quest’anno, inoltre, non si limita a rappresentare un’esibizione delle best practies, ma prevede la possibilità per le città di partecipare impegnandosi a rispettare un documento, elaborato in collaborazione con i diversi partner europei del progetto, per l’adozione di misure definitive – come la ridistribuzione permanente di spazio stradale a favore di pedoni, ciclisti o messi pubblici – o temporanee – chiusura al traffico di zone per un giorno intero, utilizzo degli strumenti necessari per evitare la scelta dell’auto come mezzo di trasporto.
Le esperienze migliori saranno ad ogni modo selezionate e premiate con l’European Mobility Week Award.
La chiamata a raccolta da parte dei paesi europei vede, tra i più entusiasti, l’Austria con oltre 420 amministrazioni e la Spagna che contribuisce con 326 enti locali.
Non manca la partecipazione italiana, seppur con numeri più risicati. La Provincia di Milano,ad esempio, risponde con il progetto MiBici Sicura, per garantire alla mobilità ciclabile gli stessi diritti e dignità della mobilità in automobile, con l’istituzione di un registro provinciale delle biciclette supportato dalla tecnologia a microchip per associare ogni bicicletta al suo proprietario; Bologna ha previsto una curiosa iniziativa, organizzando una speciale asta di biciclette – a cura de L’Altra Babele, in collaborazione con Rete Ferroviaria Italiana – che verranno battute in cambio di oggetti divertenti. Per promuovere un cambiamento di cultura tra i cittadini rispetto al tema della mobilità, la Provincia di Roma ha programmato il “Day without my car”, al quale hanno aderito 52 Comuni della Provincia, Roma compresa e la consegna di 30 stalli per le biciclette all’ente Eur, che saranno installati sulla pista ciclabile di via Cristoforo Colombo. Altri 3 stalli saranno consegnati e installati inoltre presso la sede del dipartimento “Lavoro e servizi per l’impiego” di via Vignali 14.
Una menzione particolare va fatta per la Regione Puglia, unica ad aver aderito alla settimana intera, con la campagna itinerante dal titolo “La Puglia che partecipa – Idee in movimento”: 15 tappe in tutto il territorio per incontrare cittadini, amministrazioni, associazioni, per fare il punto della situazione e raccogliere proposte per migliorare i servizi di trasporto in Puglia.

Si parte per un viaggio ecosostenibile di una settimana. Per vivere meglio.

Per maggiori info:

www.mobilityweek.eu

Foto di [auro] in licenza CC Attribuzione Condividi allo stesso modo, Non Commerciale

Anna Esposito

Partenopea, agnostica, grafomane appassionata di politica e di buon vino. Non correggo il caffè. Direttore editoriale di Itali@Magazine.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *