Arte in primavera a Forlì

image_pdfimage_print

di Rosetta Savelli

Nel nobile Palazzo Morattini al primo piano  si svolgono le Mostre di vario genere, le sale presentano un aspetto intimo e accogliente nelle sobrie e coerenti rifiniture, dove le linee di luci moderne accentuano e risaltano il fascino del classico e dell’antico.

Appena alle porte della Città di Forlì, lungo la strada Cervese che porta al mare,  circa a metà e per l’esattezza a Pievequinta, in Via Armelino 33  esiste un bel luogo ed una bella realtà che ha a cuore, il cuore più intimo e profondo della Romagnolità. Questo luogo è il Palazzo Morattini che fu di proprietà della nobile Famiglia Forlivese nei secoli XVIII  e XIX.

Ai giorni nostri il Palazzo è di proprietà del Comune di Forlì, ma è anche la sede dell’ Associazione “Amici della Pieve” che ne ha assunto la gestione.

Alla presidenza dell’Ass. Amici della Pieve, si sono avvicendate tre figure: Mauro Mariani, Flores Farneti, in carica due anni e che ora segue, cura ed organizza le esposizioni pittoriche, che di solito si svolgono in due precisi periodi annuali: una sotto il fervore della primavera e l’altra sotto la pacatezza dell’autunno e l’attuale Presidente; Alice Lugaresi, in carica dal 2010, a conferma del fatto che in Romagna le donne sono sempre state sia attive che propositive e partecipi.

E’possibile respirare e ritrovare anche qui, fra le mura ed i piani di Palazzo Morattini  Monsignani, quell’eleganza e quella sobria dignità che caratterizzano i Musei di San Domenico in Forlì,  seppure espletate in dimensioni ridotte.

Sabato 6 aprile 2013 al primo piano del Palazzo sarà aperta la Mostra di Pittura Collettiva “Arte in primavera” dalle ore 15 alle ore 19 e proseguirà per tutti i weekend successivi : Domenica 7, Sabato 13, Domenica 14, Sabato 20 ed infine Domenica 21  sempre nel medesimo orario, dalle 15 alle 19.

Saranno tre i pittori che esporranno contemporaneamente al primo piano anche se ciascuno avrà a disposizione una propria sala di esposizione. Sono tre nomi veramente significativi ed importanti per me. Il primo nome infatti mi è molto familiare, in quanto si tratta di mio fratello Luigi Savelli, ingegnere ed insegnante per professione, ma poi anche pittore e grafico per passione.

Di mio fratello Luigi, io dovrei scrivere 2 date : 19 – 05 – 1955 in Forlì e 09 – 11 – 2009 in Forlì, ma per me c’è ne è una sola e quindi io qui ne riscriverò una sola : 19 – 05 – 1955 e la sua partecipazione alla Mostra intende essere un bel modo di ricordarlo e contemporaneamente di presentarlo.

Riporto brevemente l’incipit di una recensione di Rosanna Ricci pubblicata sul Resto del Carlino nel marzo del 1993:

“Che Luigi Savelli creda fermamente nel suo lavoro è un dato più che evidente. Con ciò non alludiamo solo alla sua professione di ingegnere elettronico e di insegnante, ma all’ impegno e alla cura con cui si dedica anche al mondo dei pennelli.Dapprima grafico, poi pittore e grafico, Luigi Savelli ha dimostrato e dimostra tuttora una propensione per il mondo fantastico-surreale e una tecnica che, se vogliamo cercare degli ascendenti,potremmo avvicinarla al divisionismo.”

Inoltre Luigi Savelli si potrebbe anche definire il poeta – pittore degli uomini e delle figure con i cappelli.

Il secondo pittore presente alla Mostra  “Arte in primavera” che si terrà a Pievequinta nel prossimo mese di aprile 2013 è per me e per l’ Associaizone “ Amici della Pieve” un autentico “Fiore all’occhiello ed è Graziano De Santis, in arte Pizza,  nato a Sava (TA) il 16 gennaio 1961 e noto Dj e Speacker nel programma di Marco Galli “ Tutto Esaurito” che va in onda tutte le mattine su Radio 105 dalle ore 7 alle ore 10.

Sono anni che ascolto il programma, mentre accompagno i figli a scuola ed è proprio dall’ ascolto che è nata l’ amicizia.

Pizza Graziano De Santis è un artista a 360°, molto eclettico e molto simpatico, dotato di un forte magnetismo. Fra le sue tanti arti, c’è anche quella della Pittura e forse non è del tutto casuale, la forte somiglianza con il noto pittore Salvator Dalì, accentuata ancora di più, dalla medesima fattezza dei baffi.

La forte originalità di Pizza si manifesta anche nella sua pittura, insieme alla immediatezza e alla spontaneità che lo rende così facile e disponibile alla confidenza e alla simpatia con gli altri.

Il terzo pittore presente alla Mostra di Pittura “Arte in primavera” del mese di aprile 2013 è il pittore cesenate Gianluca Bosello, nato a Cesena nel 1970 dove attualmente risiede.

Gianluca Bosello è nato con la passione per le arti figurative. Nel 1985  ha iniziato a dipingere ed ha partecipato a Concorsi e a Rassegne d’arte, avvalendosi dei consigli e suggerimenti di vari pittori, tra i quali Romolo Tassinari prima e Romano Buratti in seguito.

Nel 1995  ha frequentato un Corso di perfezionamento tenuto dal pittore forlivese Ido Erani, che gli ha  permesso di cogliere e di intraprendere segreti e nuove tecniche pittoriche, per proseguire con tecnica e costanza in una continua ricerca artistica, rivolta ad impreziosire la  propria formazione individuale.

Attualmente ha all’attivo centinaia di Premi e Mostre in tutta Europa e può essere annoverato tra i pittori contemporanei più importanti del nostro paese.

Inoltre Gianluca Bosello è Vice Presidente dell’Associaizone ADARC,  Associazione Degli Artisti Cesenati è stata fondata nel 2005 dal prof. Attilio Bazzani.

L’Associazione “Amici della Pieve” è lieta quindi di festeggiare l’arrivo della primavera in Terra di Romagna, sotto gli auspici migliori di nuovi colori e di antiche tradizioni.

Redazione

Redazione

Tutto si integra nell’eterno ritorno: ciò lo sanno gli umoristi, i santi e gli innocenti. -Pier Paolo Pasolini

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *