Roma: ‘Percorsi Jazz’ in Piazza Campitelli

image_pdfimage_print

“Per la prima volta il Cortile di Apollo, in piazza Campitelli, diventa palcoscenico per concerti jazz ad ingresso libero, fino ad esaurimento posti. Grazie alla collaborazione con il Conservatorio di Santa Cecilia – spiega in una nota l’assessore alle Politiche Culturali e Centro Storico Dino Gasperini – ‘Percorsi Jazz’ raddoppia il numero degli appuntamenti. Oltre alla domenica, nella tradizionale sede della Sala Accademica del Conservatorio romano,  dieci  concerti, che vedranno confrontarsi il meglio del jazz italiano ed europeo, si terranno anche in Piazza Campitelli, nel cortile della sede dell’Assessorato alle Politiche Culturali e Centro Storico.

Caratteristica dell’appuntamento presso l’Assessorato è che ad esibirsi saranno i docenti e i giovani del Conservatorio. L’ultimo sabato invece,  come omaggio a Roma Capitale, le note che verranno suonate nel Cortile di Apollo saranno quelle di Danilo Rea, Paolo Damiani e Roberto Gatto. Abbiamo così ampliato l’offerta dando, come ci piace fare, spazio ai giovani”.

“Continua la felice collaborazione – sostiene  M° Edda Silvestri, direttore del Conservatorio Santa Cecilia – tra l’Assessorato alle Politiche Culturali, nella persona di Dino Gasperini, e il Conservatorio di musica ‘Santa Cecilia’. Il palcoscenico di Piazza Campitelli, aperto gratuitamente a tutti  sarà un’occasione di arricchimento culturale per la città attraverso le esibizioni dei docenti e degli allievi di jazz dei nostri corsi. Ricordiamo anche gli appuntamenti , sempre gratuiti, con i concerti jazz della Sala Accademica del Conservatorio, in via dei Greci 18, la domenica.”

Il festival ‘percorsi jazz’ propone alcuni dei migliori musicisti che insegnano nel Dipartimento Jazz del Conservatorio della Capitale.  Nomi che non hanno bisogno di presentazioni come Danilo Rea, Paolo Damiani, Roberto Gatto (in trio sabato 11 maggio) che allestiscono veri e propri progetti originali, spendendosi in molte formazioni e da solisti, coinvolgendo colleghi, studenti (sabato 20 aprile), i migliori solisti del Teatro dell’Opera di Roma e due pilastri del jazz tedesco come Ulrich Gumpert e Silke Eberhard (domenica 21 aprile), il pianista gallese Hugh Warren e la vocalist napoletana Maria Pia De Vito (domenica 5 maggio)”.

il programma:

Sabato 13 aprile, ore 16.30

Antonio Jasevoli Quartet: Stefano Pagni contrabbasso,

Pierluigi Tomassetti  Luigi Masciari Antonio Jasevoli, chitarra

 

Sabato 20 aprile, ore 16.30

Stefano Pagni, contrabbasso.

Studenti: Claudio Giusti sax alto, Daniele Malvisti sax tenore, Onur Mulayim chitarra, Fabio Parodi pianoforte, Manuel Bastioni batteria

 

Sabato 27 aprile, ore 16.30

Gianluca Figliola chitarra, Giulio Scarpato basso, Emanuele Zappia batteria

 

Sabato 4 maggio, ore 16.30

Big band: Aris Ozols chitarra, Onur Mulayim chitarra, Fabio Parodi pianoforte, Manuel Bastioni batteria, Elena D’Alò flauto, Adriano Fabio Testa clarinetto, Michele Napoli oboe e sax, Mauro Massei sax, Luigi Di Marco sax, Tomoe Yamamoto sax, Claudio Giusti sax, Daniele Malvisi sax, Leonardo Radicchi sax, Teodorico Zurlo trombone, Elisabetta Mattei trombone, Valerio Prigiotti tromba, Mario Barletta tromba, Stefano Battaglia contrabbasso, Leonardo Giuntini basso, Giulio Scarpato basso, Giuseppe Pantano voce, Sebastiano Forti voce, Sara Jane Ceccarelli voce, Gianfranco Aghedu voce, Daniela Troilo voce, Gisela Oliveiro voce, Maria Rosaria De Leo voce, Oona Rea voce, Valentina Prosperi voce

direttori Mario Corvini, Stefano Pagni e Paolo Damiani

In programma: Stefano Pagni, Sagra 2013; Lorenzo Apicella, Preludio; Alessandro Mariano, Metro Garner; Alberto Buffolano, Riflessioni di un insonne; Mauro Massei (arr.), Red Sky (di Pat Metheny); Leonardo Giuntini (arr.), Ain’t Misbehavin’ (di Fats Waller); Marco Acquarelli, Isn’t she real?; Mario Corvini, Mosley; Leonardo Radicchi (arr.), Black Narcissus (di Joe Henderson)

 

Sabato 11 maggio, ore 16.30

Danilo Rea pianoforte, Paolo Damiani violoncello, Roberto Gatto batteria

Redazione

Redazione

Tutto si integra nell’eterno ritorno: ciò lo sanno gli umoristi, i santi e gli innocenti. -Pier Paolo Pasolini

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *