Al Bioparco di Roma arrivano le farfalle

image_pdfimage_print

Le farfalle, gli altri insetti e i loro parenti più stretti sono i protagonisti di ‘Farfalle & Co. Un microcosmo da scoprire’, la nuova area tematica del Bioparco di Roma, inaugurata oggi dal Presidente, Federico Coccìa.

L’area tematica è costituita da una serra di 80 metri quadrati in cui è possibile passeggiare in compagnia di splendide farfalle tropicali che volano in un ambiente appositamente ricreato, e da terrari che ospitano centinaia di piccole creature fra cui centopiedi giganti, mantidi, insetti stecco, cavallette foglia, coleotteri, formiche e molti altri ancora.

La pannellistica è arricchita da modelli  tridimensionali e la presenza di microscopi e videocamere consente di evidenziare particolari non visibili ad occhio nudo che proiettano il visitatore in un microcosmo spettacolare e ricco di Biodiversità.

Il percorso

L’allestimento segue un percorso evolutivo tra gli artropodi: dalle forme più primitive a quelle dalla socialità più avanzata, descrivendone forme, colori, comportamenti e le più stravaganti curiosità. Si potrà così apprendere che anche gli insetti migrano e che, come molti altri animali, utilizzano diverse forme di mimetismo per sfuggire ai predatori. Il percorso vuole far riflettere anche sull’importanza degli insetti negli ecosistemi e sui motivi che hanno portato al loro incredibile successo evolutivo in termini di quantità di specie e di individui.

Una specifica sezione tratta due temi di attualità: la lotta alla zanzara tigre, specie  di origine asiatica ormai divenuta cosmopolita e al punteruolo rosso, coleottero di colore arancio che causa ingenti danni alle palme in tutta Italia.

“Il mondo animale non è solo prerogativa di mammiferi, uccelli e rettili – sottolinea il Presidente della Fondazione Bioparco di Roma, Federico Coccìa – gli insetti occupano 1/3 della varietà delle specie presenti sul nostro pianeta; si tratta di forme di vita meno note che però invadono il nostro quotidiano e che hanno dato all’uomo tanto, dalla lotta biologica, in cui si sono rivelati una valida alternativa all’uso dei prodotti chimici, alla dieta di molti popoli che li includono nella loro alimentazione giornaliera. Il Bioparco ha così pensato di accogliere anche quegli esseri viventi meno considerati, spesso perché poco conosciuti o perché creano ribrezzo, come i millepiedi, gli scorpioni o i ragni. Educare i cittadini, ed in particolare i bambini, ci è sembrato doveroso. Attraverso il nuovo exhibit, – conclude Coccìa – si spiegherà il successo evolutivo di questo microcosmo di forme e di adattamenti.”

Qualche curiosità

Gli insetti costituiscono la più vasta classe del Regno Animale. Il numero delle specie conosciute, oltre un milione, supera quello di tutti gli altri animali considerati assieme. I padroni del mondo.

Si stima che in ogni istante sulla terra vi siano più di 10.000.000.000.000.000.000 (10 trilioni!) di insetti viventi. Ci sono dunque 1.666 milioni di insetti per ogni essere umano.

Il millepiedi più lungo – È quello africano, Archispirostreptus gigas, che misura fino a 38,5 cm di lunghezza e 6,7 di circonferenza.

L’artropode più grande – È il granchio gigante del Giappone, Macrocheira kaempferi, con un’estensione di circa 4 metri grazie alle lunghe zampe, mentre il corpo non supera i 40 centimetri di ampiezza.

Super veleno – La vedova nera possiede un veleno molto efficace, 15 volte più potente di quello del serpente a sonagli, anche se la quantità di veleno inoculato durante il morso é ovviamente molto minore.

Che salti! – Alcune specie di salticidi, piccoli ragni che non costruiscono la tela, saltano 36 volte la propria lunghezza, atterrando sempre sulla propria preda. Come se un uomo saltasse da una parte all’altra di un campo di calcio.

Pesca aracnologica – Gli abitanti della Papua Nuova Guinea usano le ragnatele per catturare i pesci, infatti la tela di alcuni ragni locali è così resistente che i pescatori più abili sono in grado di catturare pesci di 500 grammi.

Da domani, sabato 20 aprile 2013, l’area tematica sarà aperta tutti i giorni. Il costo per chi acquista il biglietto Bioparco è di  € 2.00 a persona (non è consentito il solo ingresso all’area). Info su visite guidate per scuole e gruppi: www.bioparco.it

Dal 24 Maggio, solo venerdì, sabato e domenica apertura prolungata fino alle ore 22.00. (6 € ingresso solo Farfalle & Co.).

foto: Massimiliano Di Giovanni – Archivio Bioparco di Roma

Redazione

Redazione

Tutto si integra nell’eterno ritorno: ciò lo sanno gli umoristi, i santi e gli innocenti. -Pier Paolo Pasolini

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *