La Stanza delle Carte. La politica italiana: caos calmo

image_pdfimage_print

di Elisabetta Rossi

La rubrica analizza personaggi, fatti di cronaca e temi di attualità sotto il profilo tarologico cercando di cogliere, attraverso la stesa dei Tarocchi, le potenzialità, le tendenze e gli esiti futuri.

Le carte, come gli elettori, non credono ai programmi ma ai fatti. Se andremo alle urne tra un anno, il PD di Matteo Renzi, nei Tarocchi rappresentato dalla carta del Carro, e il PDL di Marina Berlusconi,  nei Tarocchi rappresentata dalla carta della Papessa, come convinceranno i propri elettori delusi?

I primi come giustificheranno di non aver incrementato l’occupazione, i secondi di non aver incentivato l’industria? Entrambi di nonfoto aver contrastato efficacemente il carovita e ridotto e semplificato drasticamente le spese e le regole della politica e della pubblica amministrazione?

E le anime multiple che divorano la sinistra? Le carte ribadiscono che il candidato Matteo Renzi, che aspira a diventare il nuovo Tony Blair “ma non a tutte le condizioni”, rischia di essere cannibalizzato.

E il conflitto di interesse? Le carte lo indicano tra i primi nodi da sciogliere per la candidatura di Marina Berlusconi, la lady di ferro dell’editoria italiana alla Margaret Thatcher, e per inaugurare la stagione delle nuove regole nella selezione dei candidati.

Per entrambi, il dilemma di far piazza pulita dei soliti volti noti che determinano, in gran parte, il male dei mali: l’inarrestabile caduta dell’affluenza alle urne.

Ci fa sperare la riflessione di Friedrich Nietzsche da ”Così parlò Zarathustra”: ” bisogna avere ancora un caos dentro di sé per partorire una stella danzante”.

 

Redazione

Redazione

Tutto si integra nell’eterno ritorno: ciò lo sanno gli umoristi, i santi e gli innocenti. -Pier Paolo Pasolini

2 Comments

  1. Pietro
    26 giugno 2013

    Trovo le osservazioni pertinenti,condivisibili e chiare.
    Pietro

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *