Il diabete ora si cura con la chirurgia

image_pdfimage_print

Un confronto sui più recenti dati offerti dalla chirurgia metabolica a distanza di tre anni dal Diabetes Surgery Summit,  la Consensus Conference che ha segnato la nascita della chirurgia del diabete. Ma anche la presentazione degli studi più recenti (alcuni in anteprima) i cui risultati aprono scenari nuovi che potrebbero cambiare radicalmente il modo di trattare e intendere obesità e diabete. Questi i temi su cui verterà l’evento scientifico “European workshop on metabolic surgery for type 2 diabetes”,  lunedì 27 e martedì 28 settembre, presso l’Auditorium dell’Università Cattolica (inizio lavori, ore 8.00).

L’evento, che prevede la partecipazione di chirurghi, endocrinologi, diabetologi e gastroenterologi di fama internazionale,  è promosso dal Dipartimento di Scienze Chirurgiche del Policlinico “Agostino Gemelli” di Roma diretto dal prof. Marco Castagneto, in collaborazione con la Cornell University di New York e l’Imperial College di Londra.

“Alcuni interventi chirurgici inizialmente sviluppati per il trattamento dell’obesità patologica (detta chirurgia bariatrica) – spiega il coordinatore scientifico del workshop Francesco Rubino, ricercatore della Cattolica di Roma e del Centro di chirurgia del diabete al Weill Cornell Medical College di New York  – si sono rivelati capaci di indurre un miglioramento del diabete di tipo 2, talora risultando persino in una remissione clinica della malattia. Recenti studi sperimentali e clinici dimostrano che l’effetto anti-diabetico della chirurgia gastrointestinale è in parte indipendente dalla perdita di peso e verosimilmente secondario a modificazioni della funzione neuro-endocrina dell’apparato digerente. La chirurgia metabolica rappresenta quindi non solo una nuova opzione terapeutica, ma una opportunità straordinaria per migliorare la comprensione della fisiopatologia del diabete e per lo sviluppo di nuovi farmaci e interventi alternativi”.

Nell’ambito del workshop, tra gli argomenti oggetto di discussione, particolare attenzione sarà dedicata al rapporto costo-beneficio della terapia chirurgica del diabete e dell’obesità, alle corrette indicazioni cliniche al trattamento chirurgico dei pazienti diabetici, all’update sui meccanismi d’azione della chirurgia metabolica, alle nuove prospettive di integrazione terapeutica farmaci-chirurgia, al ruolo e ai metodi della ricerca clinica e sperimentale.

Mario Masi

Mario Masi

Master in Scienze Ambientali. Autore di: "No Slogan, le bugie al tempo dei catastrofisti". Direttore responsabile di Itali@Magazine.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *