Apple Store festeggia 5 anni e molte app

image_pdfimage_print

Il 10 giugno è stato un giorno molto importante per tutti gli appassionati di tecnologia 2.0: l’Apple Store ha infatti spento le sue prime cinque candeline.

Sembra ieri che le app per smartphone erano il massimo della tecnologia, e adesso fanno parte della nostra quotidianità, aiutandoci non poco ad affrontare alcuni problemi connessi alle semplici faccende pratiche, o anche a questioni di notevole rilevanza come la salute e l’istruzione.

La Apple, per festeggiare il traguardo del primo lustro del suo market place di app, ha rilasciato un’infografica contenente tutti i traguardi tagliati dal 2008 ad oggi: non sono per nulla pochi i successi dell’Apple Store, che, a pochi  mesi dal lancio, ha raggiunto il ragguardevole risultato dei 10 milioni di applicazioni scaricate.

Immaginare la nostra vita senza gli smartphone può sembrare molto difficile. Tantissimi di voi magari avranno spesso giocato a skill games, se non avete ancora provato ecco disponibile il codice promozione SNAI, dal momento che attraverso le app è anche possibile vivere la propria passione non solo per giochi di abilità e puzzle ma anche betting o per il poker online.mac-hero-geo-l-2013-bts

Il mondo che ruota attorno a Apple Store non ha cambiato soltanto la cultura e la mentalità degli utenti, ma anche i portafogli degli sviluppatori. Oltre alla nascita e all’affermarsi della succitata professione, questi anni hanno visto chi ha deciso di esercitarla fare degli affari di non poca importanza. Ci sono infatti alcune applicazioni che hanno fatto la storia, e che rimangono in vetta alla classifica delle utilies che, dal punto di vista della revenue sharing, hanno davvero pochi rivali.

Tra i nomi più famosi ricordiamo per esempio Angry Birds, Fruit Ninja e tutte le applicazioni legate ai social network, tra le quali Whatsapp svolge un ruolo senza pari dal punto di vista della forza di diffusione e della popolarità.

L’azienda della mela morsicata ha “festeggiato” questo compleanno importante con l’infografica di cui vi abbiamo parlato, che è stata rilasciata soltanto a un giornalista del Financial Times. Niente clamore perciò, ma gli appassionati della creatura di Steve Jobs attendono speranzosi. Le sorprese con Apple sono sempre dietro l’angolo, e, soprattutto, dietro l’angolo c’è un altro momento di grande centralità per il percorso dell’azienda di Cupertino, ossia i 5 miliardi di download. Cosa succederà? Per sapere dovremo solo aspettare.

Redazione

Redazione

Tutto si integra nell’eterno ritorno: ciò lo sanno gli umoristi, i santi e gli innocenti. -Pier Paolo Pasolini

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *